Gravidanza

RITENZIONE IDRICA IN GRAVIDANZA: ECCO COME CONTRASTARLA

Foto del Profilo
di Stella Ochaa il
Commenti (0)

La ritenzione idrica è un fastidioso disturbo, nonché inestetismo, che tende a presentarsi durante la gravidanza. Vediamo quali sono le possibili cause ed i rimedi più efficaci per contrastarla.

Ne soffre il 30% delle donne. Stiamo parlando della ritenzione idrica: un sintomo molto diffuso causato dalla difficoltà del proprio organismo ad espellere i liquidi in eccesso. Questi liquidi, dopo essersi accumulati nei tessuti, formano l’edema, ossia il rigonfiamento sottocutaneo.

L’addome, le cosce ed i glutei sono le zone maggiormente colpite da questo disturbo che, durante il periodo della gravidanza, tende a manifestarsi o a peggiorare notevolmente. L’aumento della ritenzione idrica durante i 9 mesi di gestazione può portare, quindi, alla comparsa della cellulite, ed a fastidiosi gonfiori localizzati soprattutto agli arti inferiori.

Ritenzione idrica in gravidanza: le cause

Quali sono i principali fattori che incidono sull’aumento della ritenzione idrica durante la gravidanza? Le cause, in realtà, sono molteplici. Le variazioni ormonali, in particolare i livelli di estrogeni e progesterone, sono tra i principali responsabili della comparsa del disturbo. Anche il rallentamento della circolazione sanguigna ed il mal funzionamento del sistema linfatico determinano il ristagno di liquidi.

Come contrastare la ritenzione idrica in gravidanza

Ecco alcuni consigli per combattere questo disturbo senza creare danni per la salute di mamma e bambino.

  1. ASSUMERE MOLTI LIQUIDI. Anche durante i 9 mesi di gravidanza, vale il consiglio più frequente per contrastare la ritenzione idrica: bere almeno 2 litri di acqua al giorno. Da evitare, tuttavia, le bibite troppo gassate o eccessivamente zuccherate. Attenzione anche alle tisane drenanti: potrebbero contenere sostanze naturali non compatibili con la gravidanza ed avere effetti collaterali sul bebè nel pancione.
  2. REGIME ALIMENTARE SANO ED EQUILIBRATO. Via libera a frutta e verdura fresca, alimenti in grado di favorire la diuresi e ad alto contenuti di liquidi. Sale, insaccati e pietanze molto sapide andrebbero consumati con moderazione, così come le fritture.
  3. MOVIMENTO. Qualsiasi attività fisica compatibile con la gravidanza è un valido rimedio contro la ritenzione idrica. Acquagym, yoga, ginnastica dolce o delle semplici passeggiate sono l’ideale per riattivare la circolazione e favorire l’espulsione dei liquidi.
  4. MASSAGGI LINFODRENANTI. Favoriscono il drenaggio dei liquidi e possono essere effettuati durante tutta la gravidanza, ad eccezione del primo trimestre, da personale esperto e qualificato.
Loading...
Bio
Ultimi Post
Foto del Profilo
Hai trovato utile questo articolo?
VOTA

Commenti

commenti