Parto

Vorrei partorire in casa: i pro e i contro del parto domestico

Foto del Profilo
di Giusy Ragni il
Commenti (0)

Non sono molte le donne che oggi scelgono di partorire in casa, nonostante questo pare che il numero di parti tra le mura domestiche sia in forte aumento; questa scelta è dettata da svariati motivi che poi andremo a vedere, e forse deriva anche dall’influenza che arriva dal mondo dello spettacolo, infatti molte famose star hanno deciso di avere i loro figli in casa, come ad esempio: Demi Moore, Cindy Crawford, Giorgia, Elle McPherson e altre; questo rende agli occhi delle future mamma il parto in casa qualcosa di facile e accessibile.

E’ consigliabile iniziare a riflettere fin dai primi mesi della gravidanza, su come e dove si voglia partorire, valutando bene i pro e i contro e raccogliendo tutte le informazioni possibili sulle varie opzioni, possibilmente da fonti attendibili e autorevoli; al momento di partorire bisogna essere preparate e decise con piani e programmi definiti.

Un parto casalingo permette di dare alla luce il proprio figlio circondate dal comfort della propria abitazione e dall’ambiente che amiamo, tra le cose che ci sono familiari, e con i nostri ritmi, naturalmente con assistenza professionale e qualificata presente. Questi sono gli aspetti positivi e allettanti del partorire a casa propria.

Partorire in casa non comporta più o meno rischi che farlo in ospedale, ovviamente ci sono delle condizioni e delle regole ben precise da rispettare: per poterlo fare non bisogna avere complicazioni,  come precedenti  parti gemellari, pressione alta, problemi cardiaci o diabete; le donne che decidono di partorire a casa, non devono avere nessun problema particolare durante la gestazione.

In queste condizioni possiamo dire che il parto in casa è sicuro, inoltre le ostetriche qualificate che assistono le partorienti a casa sono attrezzate e addestrate a far fronte a qualunque situazione. Se volete partorire in casa ricordatevi che una stanza della vostra casa va preparata in precedenza ben pulita e disinfettata e con gli arredi poco ingombranti, deve essere un locale luminoso e ben areato, fresco se è estate, caldo se partorirete in inverno.

Vi è anche una lista di cose che dovrete preparare a portata di mano e in condizioni della massima igiene, e di altri oggetti e supporti che vi facciano rilassare: molti asciugamani di spugna preferibilmente bianchi lavati e sterilizzati, lenzuola di cotone anch’esse preferibilmente bianche lavate e sterilizzate, tappetini della doccia per proteggere il pavimento e assorbire fluidi, acqua ecc ecc. cuscini con federe bianche, e poi cose che vi facciano passare il tempo e rilassare,  distraendovi dalle contrazioni durante il travaglio come: fotografie, libri, musica da ascoltare, e candele profumate.

Una volta che vostro figlio sarà nato la levatrice vi assisterà e vi darà aiuto per qualche ora, tagliando il cordone ombelicale con la massima calma e senza la fretta imposta dall’ambiente ospedaliero, tutto verrà svolto in modo naturale e intimo e sarà di certo uno dei più bei momenti della vostra vita.

 

Loading...
Bio
Ultimi Post
Foto del Profilo
Hai trovato utile questo articolo?
VOTA

Commenti

commenti