Gravidanza

Vertigini e svenimenti: si possono prevenire?

Foto del Profilo
di Michela Gregoris il
Commenti (0)

Debolezza, capogiri, svenimenti: sono sintomi che a volte compaiono nelle donne in gravidanza ma che non devono spaventare, perché non c’è niente di cui preoccuparsi.

Ormai sapete molto bene che il vostro corpo in gravidanza sta subendo moltissimi cambiamenti, e a volte questi si possono manifestare con dei disturbi fastidiosi, ma non per questo pericolosi per la salute vostra e del vostro bebè. 
L’azione degli ormoni, in particolare il progesterone, è una delle cause dei capogiri, per esempio: esso infatti agisce come vasodilatatore, per favorire il maggiore afflusso di sangue all’utero. Il sangue, perciò, scorre più lentamente, e per questo provoca un abbassamento di pressione con conseguenti giramenti di testa e sensazione di debolezza. 

Nei primi mesi di gravidanza, il momento peggiore può essere la mattina, quando la pressione è più bassa e al disturbo si accompagna la sensazione di nausea; i momenti più a rischio di vertigini sono quelli in cui la donna si trova in un luogo chiuso e affollato, oppure se è costretta a rimanere ferma in piedi troppo a lungo o se cambia repentinamente di posizione. Si tratta comunque di reazioni molto soggettive e che non valgono per tutte. 

Anche il caldo può influire, in quanto contribuisce alla vasodilatazione, mentre la sudorazione abbassa il livello dei liquidi nell’organismo: per questo è bene bere abbondantemente e mantenere l’organismo sempre ben idratato, e uscire di casa nelle ore più fresche mentre sarebbe auspicabile riposare in quelle più calde.

In generale, è possibile prevenire ed evitare questi fastidiosi disturbi agendo in modo abbastanza semplice: 

  • fare spuntini frequenti e leggeri, in modo da sopperire sempre al fabbisogno energetico durante la giornata;
  • fare attenzione quando ci si alza: meglio farlo con movimenti lenti e attenti, per evitare improvvisi capogiri e agevolare l’afflusso del sangue al cervello;
  • bere molti liquidi: le vertigini possono essere il sintomo di disidratazione;
  • non dormire supina, ma preferisci la posizione su un fianco.

Se episodi di vertigini e mancamenti dovessero persistere in maniera preoccupante, allora è bene chiedere consiglio al medico: potrebbero essere necessari degli esami per assicurarsi non si tratti di anemia.

 

Loading...
Bio
Ultimi Post
Foto del Profilo
Hai trovato utile questo articolo?
VOTA

Commenti

commenti