Bimbo

Vaccino contro la meningite: è decisiva una dose di richiamo a 3 anni!

Foto del Profilo
di Valentina Molinero il
Commenti (0)

La meningite è causata da un battere che si chiama Meningococco che provoca soprattutto nei bambini sotto l’anno di età e negli adolescenti tra i 12 e 18 anni, un’infiammazione delle meningi del cervello e del midollo spinale con conseguenti febbri alte. In casi molto gravi, il battere che causa la meningite può raggiungere il sangue portando alla morte. Solo nel nostro paese ogni anno vengono accertate 100 meningiti e, causa il rapidissimo decorso della malattia, i decessi ricorrono in circa il 10% dei casi e tra coloro che sopravvivono si hanno spesso problemi gravi come ritardi, paralisi o addirittura perdita degli arti. Cosa fare, dunque, per prevenire la meningite batterica?

Prima di tutto vaccinare i bambini, solitamente il primo vaccino contro la meningite si effettua intorno ai tre mesi ed è costituito da 4 dosi  – 3 per l’immunizzazione primaria  e l’ultima di richiamo – che devono avvenire a distanza di un mese l’una dall’altra. 

Il vaccino per la meningite fino a poco tempo fa era considerato sufficiente per proteggere una persona per tutta la vita, ma recenti studi hanno rivelato che nel tempo perde efficacia, perciò la ricerca sulla meningite attualmente si sta orientando verso una nuova procedura che possa davvero tutelare i vaccinati dalla meningite per l’intera vita e non solo nell’infanzia. E’ emerso che per l’efficacia del vaccino contro la meningite, è decisiva una dose di richiamo a 3 anni!

Pochi mesi fa, infatti, i ricercatori dell’Università di Oxford analizzando i dati raccolti su 113 bambini sottoposti al vaccino, hanno notato come l’effetto immunologico sia fortissimo durante i primi 12 mesi, ma come già dai due anni e mezzo seguenti ci sia un primo calo delle difese immunitarie.

Si è deciso, perciò, di provare a effettuare intorno ai 3 anni una dose di richiamo del vaccino contro la meningite. Questo richiamo, testato sugli stessi bambini, ha dimostrato come l’89% riusciva a riottenere livelli di anticorpi altissimi per tutti i ceppi di batteri della meningite di tipo B. In poche parole il calo del vaccino contro la meningite effettuato da lattanti può essere superato da una dose di richiamo a 40 mesi.

Dunque, il richiamo del terzo anno può davvero salvare la vita ai nostri bambini, può fare la differenze e scongiurare per sempre il pericolo della meningite. Molti genitori sono contrari alle vaccinazioni ma in casi di malattie come queste, il prezzo da pagare è davvero troppo alto!

 

 

Loading...
Bio
Ultimi Post
Foto del Profilo
Hai trovato utile questo articolo?
VOTA

Commenti

commenti