News Rimanere Incinta

Tutto sulla Tocofobia: la paura della gravidanza

Foto del Profilo
di Valeria Notaro il
Commenti (0)

Le fobie sono delle paure ingiustificate che conducono a evitare le situazioni in cui ci si può esporre a ciò di cui si teme. Esistono vari tipi di fobie: la claustrofobia (paura degli spazi chiusi), l’agorafobia (paura degli spazi aperti), la fobia sociale, l’aracnofobia (paura degli animali), la fobia sessuale. Una delle meno conosciute è la tocofobia ossia la paura della gravidanza e del parto.

Chi soffre di tocofobia tende a evitare la gravidanza, la differenza rispetto a una normale paura del parto sta nel fatto che la paura domina talmente la mente che scatena la rinuncia ad avere un bambino anche se è desiderato. In casi estremi si può arrivare a praticare l’astensione dai rapporti sessuali, una rigida contraccezione o perfino la sterilizzazione.

Le donne particolarmente a rischio sono coloro che hanno avuto delle brutte esperienze durante un precedente parto, in particolare se ci sono state delle manovre ostetriche molto invasive come il raschiamento senza anestesia, taglio cesareo di emergenza, travaglio lungo e doloroso.

Altre volte anche se il parto è stato regolare, è stato percepito come una violenza al corpo, di conseguenza si rischia uno stress post-traumatico e la depressione post-partum.

Anche una donna che è alla prima gravidanza può soffrire di tocofobia e pur di evitare il parto naturale, richiede il taglio cesareo, nonostante quest’ultimo sia più invasivo e rischioso rispetto al parto naturale.

Per curare questa fobia bisogna agire a livello di prevenzione, comunicando quanto prima le proprie ansie e paure. Frequentare un corso preparto è molto d’aiuto per ridurre l’ansia, soprattutto se abbinato a corso di yoga o di rilassamento. In casi più gravi è consigliabile un ciclo di psicoterapia.

 

 

 

Loading...
Bio
Ultimi Post
Foto del Profilo
Hai trovato utile questo articolo?
VOTA

Commenti

commenti