Parto

Tocofobia: la fobia del parto che immobilizza le donne

Foto del Profilo
di Francesca Rolle il
Commenti (0)

Solo da pochi anni il termine tocofobia è entrato nel lessico medico. Sta ad indicare la paura del parto che molte donne manifestano in modo ossessivo e che arriva addirittura a complicare il travaglio o, in casi estremi, porta la donna ad evitare la gravidanza stessa o a richiedere il cesareo senza motivo.

Tocofobia. Quanto è diffusa

Benchè non ci sia ancora accordo sul nome da usare per indicare la paura estrema del parto, la tocofobia è un problema sempre più diffuso o, semplicemente, sempre più ascoltato. Le donne che ne soffrono, circa 14 su 100, in genere, accumulano una dose tale di ansia legata al momento del parto che, poi, al momento del travaglio, hanno un atteggiamento di timore e rifiuto che rema contro la buona riuscita dell’evento nascita.
I sintomi legati alla tocofobia sono i tipici sintomi legati ai disturbi d’ansia, come insonnia, cefalea, agitazione e problemi di natura psicosomatica.

Quali sono le cause della tocofobia

La tocofobia si può distinguere in primaria e secondaria. La prima è riportata da donne che non hanno mai avuto esperienza con gravidanza e parto ma che, per qualche trauma subito durante l’infanzia o l’adolescenza, temono il parto in modo estremo. La seconda, invece, si verifica in donne che hanno già partorito e che hanno avuto una pessima esperienza col parto.

Come si può aiutare una donna che soffre di tocofobia

Spesso le donne vittime di tocofobia ottengono beneficio semplicemente dal semplice confronto con altre mamme o da colloqui psicologici. Esistono, poi, programmi che sostengono le donne in gravidanza con incontri con specialisti e visite ai reparti maternità.

Loading...
Bio
Ultimi Post
Foto del Profilo
Hai trovato utile questo articolo?
VOTA

Commenti

commenti