Parto

Timing del parto. Come influisce sulla salute del bambino?

Foto del Profilo
di Francesca Rolle il
Commenti (0)

Parto a termine, parto pre termine, parto tardivo. Quali conseguenze ha il timing del parto sulla salute futura del bambino? Ce lo spiega uno studio finlandese recentemente pubblicato su Pediatric Pulmonology.

Lo studio finlandese sul timing del parto

Un gruppo di ricercatori finlandesi  ha esaminato l’incidenza dei fattori di rischio per problemi legati all’ asma e alla dermatite atopica in bambini di età superiore a 7 anni, distinguendoli in tre gruppi in base al timing del parto:

  • nati pre-termine (37-38 settimane)
  • nati a termine (39-40 settimane)
  • nati in ritardo (41 settimane)
  • nati post-termine (>42 settimane).

La popolazione campione dello studio era costituita da 965.203 bambini nati tra il 1991 e il 2008 in Finlandia.

I risultati dello studio

Dopo un attenta indagine sul campione di analisi, i ricercatori sono giunti alla conclusione che, i bambini nati pre-termine vanno incontro ad un innalzamento del rischio di asma che si concretizza soprattutto dopo i 7 anni. I bambini nati, al contrario, con un parto tardivo e cesareo sono più soggetti a sviluppare dermatite atopica.

Altri fattori importanti

I ricercatori hanno voluto sondare quali altri fattori, oltre al timing del parto, possano influire sul rischio di sviluppare, in età pediatrica, problemi di asma o di dermatite atopica e hanno concluso che:

  • I maschi sono più a rischio per quanto riguarda i problemi asmatici e di dermatite atopica
  • i problemi asmatici erano collegati a fumo in gravidanza
  • Il parto cesareo è un altro fattore di rischio per problemi di asma e di dermatite atopica
  • Il rischio di asma si riduce quando la mamma ha un’età uguale o superiore a 40 anni e/o è al primo figlio
  • l’essere primogenito aumenta il rischio di dermatite atopica.
Loading...
Bio
Ultimi Post
Foto del Profilo
Hai trovato utile questo articolo?
VOTA

Commenti

commenti