Essere Mamma

Test di fertilità maschile: tutto quello che c’è da sapere

Foto del Profilo
di Stefania Sibilo il
Commenti (0)

Si sa, anche gli uomini devono fare la loro parte, quando si cerca una gravidanza. Molti uomini, pensano che la “loro parte” sia solo quella di donare il seme. Chiaramente, credendosi dei super eroi senza macchia e senza errore, pensano che basti così.

Ed Invece no! Se una gravidanza tarda ad arrivare, non può essere solo colpa della donna. Anche il partner deve effettuare una serie di analisi. Vediamo cosa la medicina consiglia per la fertilità maschile. Il medico specialista al quale l’uomo deve far riferimento è l’andrologo; chiaramente anche il ginecologo può prescrivere delle analisi generiche di fertilità, ma se si vuole fare le cose per bene, toccherebbe una visita andrologica.

Durante questa visita il medico controllerà lo stato dei testicoli e dello scroto per assicurarsi che non ci siano difetti come il varicocele, incontinenza e dilatazione delle vene testicolari. Superato questo primo step si deve passare alle analisi vere e proprie. Il primo passo da compiere è lo spermiogramma: tramite liquido seminale, è possibile sapere la qualità degli spermatozoi in base alla loro forma, numero e mobilità.  Nel caso in cui mancassero o sono in minore quantità,  ci sono due cause principali: la prima potrebbe essere una forma ostruttiva, ossia qualcosa che vieta allo spermatozoo di percorrere la via giusta verso l’uscita, la seconda è secretoria e significa che il testicolo non è totalmente in grado di produrli. L’una e l’altra ipotesi vengono studiate tramite analisi del liquido seminale.

Se, invece, gli spermatozooi sono presenti, allora si studia la quantità degli stessi. Il loro numero non deve essere inferiore ai 20 milioni per millimetro cubo e la media è di 60- 80 milioni. Qualora l’esame presenti delle anomalie, l’uomo deve sottoporsi ad altri accertamenti come i dosaggi ormonali nel sangue, per vedere se l’assetto ormonale è corretto ed equilibrato e l’ecografia scrotale che conferma la presenza o meno di anomalie congenite. Infine, sperando di non raggiungerla, la biopsia testicolare che, analizza tramite un prelievo di tessuto, la produzione degli spermatozoi.

Sappiate che, l’infertilità maschile, oggi giorno, come quella femminile, è molto comune a causa stile di vita errati o poco sani, dieta, attività fisica, farmaci e stress. Quindi, quando si cerca una gravidanza, bisogna si essere positivi, ma partire con il piede giusto, e fare tutti i dovuti controlli.

Loading...
Bio
Ultimi Post
Foto del Profilo
Hai trovato utile questo articolo?
VOTA

Commenti

commenti