Dal sesto al nono mese

Terzo trimestre: come affrontarlo al meglio?

Foto del Profilo
di Michela Gregoris il
Commenti (0)

Nel terzo trimestre sono molti i cambiamenti che avvengono nel corpo della mamma, e ora questi cambiamenti sono anche ben visibili! Ecco come comportarsi per affrontare il terzo trimestre nel modo migliore.

La cosa più evidente è la veloce crescita del pancione: ora ha cominciato a diventare ingombrante, e anche a causare qualche disturbo di troppo, il più classico dei quali è il mal di schiena. Non solo, l’aumento del volume del pancione può provocare anche sensazione di affanno (fatica a respirare), affaticamento durante una qualunque attività che richieda anche sforzi piccoli, e infine problemi di stipsi.

Per quanto riguarda i disturbi alla schiena e alla postura, la cosa migliore è essersi tenuta in allenamento. Infatti, è importante che durante tutta la gravidanza, anche quando ancora il pancione non dà problemi, i muscoli non restino troppo fermi, altrimenti poi sarà più difficile recuperare il tono. Il corpo, infatti, ha bisogno di essere abituato alla diversa postura che dovrà tenere quando la pancia cresce. Esercizi di riscaldamento e stretching, se possibile, andranno continuati anche nel terzo trimestre in modo da migliorare la tensione e la rigidità muscolare.

È inoltre importantissimo continuare a prestare attenzione all’alimentazione: il bambino a questo punto termina il suo sviluppo e inizia ad accumulare grassi. Questo significa che diventa ancora più importante scegliere alimenti sani, ricchi di acidi grassi e omega-3, ottimi per lo sviluppo del sistema nervoso del bebè. Fra gli alimenti consigliati, frutta secca come mandorle, semi di girasole e noci,  e pesci quali sgombro, salmone e aringhe. Importante è anche il corretto apporto di vitamina B12, contenuta in carne rossa e pollame.

Un altro disturbo tipico del terzo trimestre può essere una sensazione di calore maggiore, dovuta all’aumento del volume del sangue. In estate può risultare abbastanza fastidioso, per risolverlo si consiglia una doccia o un bagno che può alleviare anche qualche dolore.

Magari vi ha accompagnate per tutta la gravidanza, oppure potrebbe comparire solo ora che sei agli sgoccioli: stiamo parlando dell’ansia, una emozione assolutamente normale quando si è in dolce attesa. Non sentitevi strane, dunque, e parlatene con qualcuno che possa aiutarvi: confidatevi con un’amica, un parente o il vostro compagno se sono persone in grado di darvi il giusto appoggio, oppure potete rivolgervi a uno specialista se pensate di avere bisogno di un sostegno professionale. Anche confrontarvi con altre future mamma e condividere con loro le paure e le ansie può essere di grande aiuto, vi farà sentire meno sole e vi aiuterà a superare meglio l’ultimo periodo della gravidanza.

Loading...
Bio
Ultimi Post
Foto del Profilo
Hai trovato utile questo articolo?
VOTA

Commenti

commenti