Dal quarto al sesto mese

Tacchi alti si, tacchi alti no?

Foto del Profilo
di Chantal De Honestis il
Commenti (0)

La femminilità è una di quelle condizioni a cui ciascuna donna fa fatica a rinunciare, anche quando si è in gravidanza.

Anzi, molte di noi, nonostante i chili presi, si sentono più belle e sensuali. L’essere incinta è un vero e proprio stato di grazia che rende le donne raggianti e certamente più belle; ovviamente con delle eccezioni. Ma in generale l’aspettare un bimbo dona alla donna un’aurea speciale, una nuova bellezza.

E’ ormai acclarato che la maggior parte delle vecchie credenze quali non fare le tinture ai capelli piuttosto che indossare scarpe alte, sono state sfatate. Quindi care future mamme fashion victims, tranquille, il vostro tacco 12, anche se con qualche accortezza, potrà accompagnarvi anche durante la gravidanza.

A darci manforte sull’utilizzo del tacco, sono state anche tre ginecologhe californiane che hanno raccolto in un libro la Guida definitiva per le mamme alla gravidanza e alla nascita ( titolo originale “The Mommy Docs Ultimate Guide to Pregnancy and Birth”), una serie di miti e leggende dei tempi delle nostre trisavole, dimostrando e spiegandone la fondatezza o meno. Per fortuna per noi quasi tutte le antiche credenze sono state sfatate, compresa quella della scarpa con il tacco.

Nonostante questo, con il procedere della gravidanza il nostro peso, la nostra struttura corporea e di conseguenza il nostro baricentro si modificheranno. Se quindi nel primo trimestre non avrete grandi difficoltà ad indossare scarpe alte, innegabilmente con il passare dei mesi, incontrerete qualche difficoltà nel portarle quotidianamente. Chi più chi meno, tutte le donne in gravidanza incontreranno la spiacevole e fastidiosa sensazione di gambe e piedi gonfi che poco si concilia con indossare scarpe con il tacco; e anche se la futura mamma non avrà un consistente aumento di peso il suo baricentro si sposta in avanti rendendo la deambulazione sui tacchi un po’ precaria sforzando i muscoli lombari nel tentativo di avere una corretta postura.

Quindi l’uso del sensuale e femminile tacco 12 va usato con buon senso e moderazione. Non dovrete necessariamente riporlo nella parte più nascosta del nostro armadio lasciando che sulla scatola si formino le ragnatele, ma indossatelo con granu salis, nelle occasioni speciali, quando uscirete la sera (meglio però se nono dovrete camminare troppo a lungo), per una cena tra amici. Ideale poi, se portate con voi sempre un paio di scarpe di ricambio, da indossare appena sentite che le gambe e i piedi si gonfiano o che la schiena comincia a far male.

A dirla tutta poi, la moda degli ultimi anni, viene in aiuto delle donne incinte. Le scarpe con la zeppa e con il plateau ci permettono di svettare e sentirci iperfemminili senza rischiare cadute rovinose e l’inevitabile gonfiore di gambe e piedi.

 

Loading...
Hai trovato utile questo articolo?
VOTA

Commenti

commenti