Educare un figlio

Sport, scuola e tempo libero. Come organizzare il tempo dei piccoli

Foto del Profilo
di Francesca Rolle il
Commenti (0)

Molti bambini hanno più impegni dei grandi. La scuola, i compiti, lo sport, il corso di musica e molto altro. Così tanti impegni che, a volte non hanno nemmeno il tempo per giocare. Come fare per permettere ai bambini di coltivare delle passioni senza privarli del loro tempo libero?

Gli impegni vanno presi sule serio

Gli impegni dei bambini, quelli scolastici e quelli extra scolastici, vanno sempre presi sul serio. Solo così, loro impareranno ad essere responsabili e ad onorare i propri doveri e ad esser costanti. Dunque, se si inizia un corso, è bene spronare il bambino a seguirlo con precisione e, soprattutto, a portarlo a termine.
Quindi, meglio evitare interruzioni a metà anno o assecondare l’indecisione del piccolo in modo tale da dargli il tempo di appassionarsi a qualcosa senza farsi spaventare dalle prime impressioni.

Anche il tempo libero è importante

Un bravo genitore deve essere in grado di dosare in modo opportuno gli impegni del bambino con il suo tempo libero. Quest’ultimo, infatti è molto importante perchè non è, in realtà, un tempo vuoto ma un tempo in cui i bambini possono dedicarsi al gioco libero oppure alla lettura o al riposo. Il tempo libero è anche importante per organizzare ad esempio un’uscita al parco con gli amichetti o una merenda con i nonni.

Come dosare impegni e tempo libero

Da qui consegue che, se il tempo è poco, soprattutto per i bambini che fanno il tempo pieno a scuola, ci vuole un po’ di organizzazione. E’ sufficiente seguire alcune regole:

  • Lasciare sempre almeno due pomeriggi a settimana liberi da impegni
  • Essere rigorosi sulla presenza del bimbo alle attività ma fare delle eccezioni magari dopo una gara o un saggio
  • Fare attenzione che il bambino non sia troppo stanco
Loading...
Bio
Ultimi Post
Foto del Profilo
Hai trovato utile questo articolo?
VOTA

Commenti

commenti