Parto

Sport che aiutano per il parto

Foto del Profilo
di Emanuel Bongiovanni il
Commenti (0)

L’attività fisica in gravidanza, se non vi sono complicazioni, è salutare sia per le future mamme, sia per il nascituro: lo sport aiuta per il parto ed aumenta il buonumore

Fare esercizi e ginnastica durante la gravidanza non può che fare bene, ma ovviamente ci vogliono le opportune precauzioni. L’attività fisica svolta durante la gestazione, sarà molto utile durante il parto, aiuta a conservare un giusto tono muscolare, permette di non ingrassare troppo, attiva l’intestino e la circolazione, senza dimenticare che fare esercizio fisico stimola la produzione di dopamina, endorfina e serotonina, sostanze chimiche che permettono di tenere sotto controllo lo stress e l’instabilità emotiva.

Quali sono gli sport che possono aiutare durante il parto?
Si parte dall’attività più semplice da fare: camminare. La camminata è gratuita ( di questi tempi non guasta) ed è accessibile, nel caso di mancanza di tempo o strutture adeguate nelle vicinanze delle proprie abitazioni, basta avere un po’ di costanza nel farlo tutti i giorni per trenta minuti, scegliendo un percorso con poco traffico, ma nello stesso tempo sicuro e frequentato.

Il nuoto e l’acqua gym sono molto adatti alle future mamme, anche perché possono essere praticati fino a quasi la fine della maternità; l’acqua sostiene la schiena e non la carica di ulteriori sforzi dovuti alla gestazione. L’esercizio in piscina favorisce la digestione, la respirazione ( utilissimo nel momento specifico del parto), aiuta a sgonfiare le gambe ed aumenta il lavoro dei reni, facilitando la diuresi. Prima di entrare in acqua assicurarsi che la temperatura della piscina dei corsi per gestanti sia non inferiore ai 24°C e non superiore ai 34°C, l’acqua troppo fredda irrigidisce i tessuti e non permette il rilassamento muscolare, mentre quella troppo calda provoca spossatezza.

Anche la bicicletta o meglio ancora la cyclette in palestra, permettono di fare esercizio aerobico e muscolare, che possono aiutare le gestanti nel fatidico momento.

Molte palestre propongono corsi di ginnastica pre-parto con stretching e yoga. Vengono eseguiti esercizi per la colonna vertebrale, per gli addominali, per la respirazione e per il rilassamento muscolare, fondamentali nel momento specifico della gestazione, ma che migliorano anche l’efficienza dell’apparato cardiovascolare, aumentando il trasporto di ossigeno e di sostanze nutritive al feto.

Sono molto importanti gli esercizi fisici che favoriscano il rinforzamento del perineo (spazio anatomico posto alla base dell’addome, tra il pube e il coccige) perché sostiene gli organi interni come vescica e uretra, utero e intestino. Tali esercizi sono utili per il parto, visto che al momento del travaglio la testa del bambino spinge proprio contro il perineo, compromettendone sia il tono che elasticità. Avere un maggior controllo di questa fascia muscolare può facilitare la discesa del nascituro lungo lo specifico canale ed evitare l’incontinenza urinaria post parto.

Ci sono sport che preparano fisicamente e psicologicamente al parto, ricordandosi di evitare sin dai primi mesi ( i più difficili) di esagerare con i carichi di lavoro e che prima dell’inizio di qualsiasi attività sportiva bisogna consultare il proprio ginecologo.

Loading...
Hai trovato utile questo articolo?
VOTA

Commenti

commenti