Alimentazione

Sostituire il burro in cucina? Si può!

Foto del Profilo
di Letizia Cicalese il
Commenti (0)

Che sia per la dieta, le intolleranze, una scelta vegana o semplicemente la voglia di sperimentare, sostituire il burro nelle ricette sia dolci che salate è possibile.

Partiamo dal classico olio: se vogliamo utilizzarlo in un dolce, ricordiamo che avendo una consistenza ed una composizione diverse da quelle del burro, va usato in minor quantità. Per esempio, 100 gr di burro corrispondono a 80 gr di olio. Facciamo inoltre attenzione al tipo di olio che usiamo, in quanto per una torta o un biscotto, un olio dalla fragranza troppo forte ed intensa come per esempio un toscano sarebbe invasivo. Meglio sceglierne uno più delicato e leggero, altrimenti meglio optare per un olio di semi di girasole di qualità o di mais.

L’avocado maturo, oltre ad essere un buonissimo frutto esotico ricco di omega 3, ingrediente base della salsa guacamole, è un perfetto “burro vegetale” grazie alla sua consistenza grassa ed avvolgente. Va sostituito al burro con un rapporto 1:1, quindi mantenete la stessa quantità di avocado descritta nella vostra ricetta. Ha un sapore delicato e neutro che si sposa benissimo col cioccolato e non altera i sapori dei vostri dolci.

Sapevate che si possono ottenere dei burri deliziosi dalla frutta secca o dal cocco? Frullate con un buon mixer la quantità desiderata di frutta secca precedentemente tostata (noci, nocciole, mandorle, anacardi, arachidi etc.) per almeno 10 – 15 minuti, e a lungo andare otterrete una vera e propria pasta che si formerà grazie agli oli essenziali contenuti nella frutta secca. Questo buonissimo composto cremoso potrà essere poi utilizzato per preparare biscotti o crostate, torte crudiste o semplicemente spalmato su una fetta di pane per una colazione super energetica. Allo stesso modo, si prepara un delizioso burro con il cocco disidratato.

Loading...
Bio
Ultimi Post
Foto del Profilo
si parla di
Hai trovato utile questo articolo?
VOTA

Commenti

commenti