Rimanere Incinta

Sono incinta: dubbi e timori più comuni

Foto del Profilo
di Laura Pandolfi il
Commenti (0)

La felicità non è l’unico sentimento che si prova nel momento in cui si scopre di essere incinta, né tantomento nel corso della gravidanza. Questo vale anche per le donne che un figlio l’hanno voluto con tutto il cuore. Vediamo quindi quali sono le paure più comuni tra le future mamme.

All’inizio di una gravidanza può prevalere l’incredulità in relazione al concepimento, la donna può trovarsi quindi ad affrontare una serie di emozioni contrastanti come gioia, smarrimento, euforia o una spiacevole sensazione di essere stata sbalzata in una dimensione a lei sconosciuta. Non è necessario preoccuparsi per questo, provare sentimenti forti e non sempre positivi è assolutamente fisiologico in gravidanza, specialmente quando si è alla prima esperienza di maternità. Ricordiamo sempre che andare verso l’ignoto  desta sempre timore facendoci sentire spaesate ed inadeguate.

Generalmente nei primi sei mesi di gravidanza il parto appare così lontano da permettere alla futura mamma di allontanare i pensieri negativi sapendo di avere ancora molto tempo prima del temuto evento.  All’inizio, quindi, l’attenzione sarà rivolta in particolare al tentativo di definire ed immaginare chi sta crescendo nel pancione e come sarà quel bambino. Nei primi tempi le ansie della futura mamma riguardano poi i cambiamenti fisici a cui il corpo va incontro. In qualche altro caso invece l’unico grande timore è quello di mettere al mondo un figlio imperfetto. In ogni caso parlare con il proprio medico spiegandogli il sentimento negativo aiuta a circoscrivere le proprie ansie compiendo così un grande primo passo per poterle controllare.

Provare a comprendere prima del parto che tutte queste paure sono in realtà, nella maggior parte dei casi,  un falso problema, è difficile ma c’è comunque da sapere che una volta preso tra le braccia il piccolo, questo diventerà l’essere più concreto e desiderabile del mondo ed il ricordo del parto, così spaventoso nella nostra immaginazione, diventerà successivamente  il più bello della nostra vita. Dall’inizio delle doglie, infatti, ogni paura scompare come per magia: il bambino sta per nascere  e le energie e l’attenzione verrano convogliate spontaneamente sul meraviglioso evento che sta per compiersi.

Loading...
Hai trovato utile questo articolo?
VOTA

Commenti

commenti