Gravidanza

Sole in gravidanza

Foto del Profilo
di Chantal De Honestis il
Commenti (0)

Un bel colorito dorato preso rilassati sotto il sole è quello che ognuno di voi non vede l’ora di avere, soprattutto nei mesi invernali. Le donne in gravidanza non sono da meno.

Ma prendere il sole in gravidanza si può oppure no? Per anni abbiamo sentito dire che no, prendere il sole in dolce attesa è pericoloso e fa male. Ma è vero?

Di certo è vero che non ci si deve esporre al sole nelle ore più calde nè senza protezione solare ma, con una serie di accorgimenti, anche le future mamme possono godersi i raggi del sole.

Durante la gestazione, la donna come sappiamo subisce notevoli cambiamenti ormonali, alcuni di questi incidono sulla produzione di melanina, ma questo non avviene in modo uniforme bensì in determinate aree del corpo quali le areole del seno e la cosidetta linea alba (la linea tra ombelico e pube).

In alcune donne la produzione della melanina può verificarsi anche sul viso, creando durante l’esposizione al sole delle macchie scure che compaiono prevalentemente su fronte, zigomi, mento e attorno alle labbra, dando origine ad un quanto mai inestetico fenomeno chiamato maschera gravida. Per evitare che la maschera gravida si presenti bisogna perciò fare attenzione all’esposizione.

La donna incinta, ma in realtà è una regola che vale per tutti, deve evitare di fare la lucertola esponendosi giornate intere al sole, l’esposizione deve essere prima di tutto moderata e allo stesso tempo graduale. La futura mamma dovrebbe sin dalla gravidanza esporsi al sole nelle stesse ore in cui porterà, una volta nato, il proprio bambino. Quindi le prime ore del mattino fino al massimo alle 11 e dopo le 17. Quanto mai scontato, soprattutto per evitare la maschera gravida, è l’uso di una adeguata protezione solare che sia indicata sia per i raggi UVA che per quelli UVB. La crema va usata frequentemente, anche se le stesse danno indicazioni di essere resistenti all’acqua. 

E’ bene bere molto in modo da tenere il corpo idratato, soprattutto nel primo trimestre di gravidanza. Il surriscaldamento corporeo potrebbe in casi limite inficiare il corretto sviluppo fetale. Da sfatare l’idea che prendere il sole sulla pancia possa riscaldare eccessivamente il liquido amniotico e causare problemi al feto. Per la pancia vale in genere il discorso del surriscaldamento corporeo, anche se come sappiamo è una parte particolarmente delicata. Ma è bene tenere comunque il pancione coperto, magari con un telo umido e la vostra preziosa alleata crema ad alta protezione.

Tra l’altro il sole stimola la produzione di Vitamina D, che serve per il corretto sviluppo delle ossa aiutando il corpo ad assorbire il calcio.

E quindi perchè no, future mamme, potete tranquillamente immaginarvi sotto il sole in attesa che il vostro cucciolo venga al mondo.

 

 

Loading...
Hai trovato utile questo articolo?
VOTA

Commenti

commenti