Rimanere Incinta

Smettere la pillola per avere un bambino

Foto del Profilo
di Carla Pistone il
Commenti (0)

I dubbi che sorgono quando decidiamo di avere un figlio dopo anni di contraccezione orale

Spesso pianificare la propria vita significa anche – soprattutto per una donna – decidere di rimandare il momento di avere figli fino al raggiungimento di certi obiettivi: un lavoro stabile, la casa, l’uomo giusto. Nel frattempo, per evitare gravidanze indesiderate, si ricorre ad anticoncezionali di varia natura, tra i quali è largamente impiegata la famosa “pillola”.

Come è noto, la pillola è una combinazione estro-progestinica che ha l’effetto di bloccare l’ovulazione, rendendo impossibile il concepimento. Se dopo periodi più o meno lunghi di assunzione si decide di sospendere il farmaco, le ovaie riprendono il loro lavoro e torna a verificarsi l’ovulazione.

Il meccanismo è quindi molto semplice. Ma se decidiamo di avere un bambino, ecco affacciarsi mille dubbi che riguardano soprattutto la capacità del nostro organismo di concepire dopo anni di contraccezione estro-progestinica e il tempo che deve trascorrere dopo l’interruzione della pillola prima di tentare di rimanere incinte.

Pillola e fertilità

Sul primo problema non ci sono dubbi, la pillola contraccettiva non ha alcuna influenza sulla fertilità: secondo gli esperti infatti la capacità di concepire riprende subito dopo la sospensione del farmaco. Tuttavia, soprattutto se la pillola è stata assunta per molto tempo e sono trascorsi anni dagli ultimi cicli “regolari”, è possibile che il nostro ciclo mestruale sia cambiato e il nostro sistema riproduttivo “dormiente” per tutto il periodo dell’assunzione del contraccettivo, richieda un po’ di tempo per risvegliarsi e recuperare la sua normale funzionalità.

Quanto tempo aspettare dopo l’interruzione della pillola

È stimato che in circa la metà dei casi il ciclo mestruale torna subito regolare e risulta ovulatorio, mentre nell’altra metà dei casi il ciclo si mostra irregolare – con la conseguente difficoltà a percepire i giorni dell’ovulazione – o addirittura è caratterizzato da assenza di ovulazione.

Si tratta quindi di predisposizioni soggettive, ma generalmente – in ogni caso – i nostri organi riproduttivi raggiungono la condizione ottimale circa tre mesi dopo aver smesso la pillola, meglio quindi attendere almeno due cicli mestruali prima di provare a mettere al mondo un figlio. Altre ricerche infatti confermano che dopo tre mesi dall’interruzione della pillola contraccettiva la probabilità di concepire un bambino torna la stessa del periodo fisiologico precedente al ricorso a questo metodo anticoncezionale.

Altri dubbi possono riguardare la salute del feto e la probabilità di gravidanze gemellari.

Effetti della pillola sulla salute del feto

Comunemente si crede che una gravidanza iniziata nel mese successivo all’interruzione della pillola possa essere pericolosa per il feto, ma questo non è vero. L’unico rischio per il feto correlato all’assunzione prolungata del farmaco è quello che si determini nella madre una carenza di acido folico, l’importante elemento che contribuisce allo sviluppo del condotto neurale, che comincia la sua formazione subito dopo il concepimento e diventa in seguito la colonna vertebrale del bambino. Questo rischio è stato effettivamente dimostrato e va valutato con il proprio medico allo scopo di instaurare un’opportuna integrazione di questa vitamina.

Pillola e gravidanze gemellari

Si è rivelato invece privo di fondamento il luogo comune secondo il quale l’uso della pillola prima del concepimento favorisce la nascita di gemelli. Gli studi condotti in questo senso non hanno mai dimostrato questa correlazione, mentre è dimostrato che la probabilità di gravidanze gemellari aumenta con l’età della madre. Probabilmente il senso comune attribuisce questo incremento direttamente all’assunzione della pillola, anziché imputarlo più semplicemente agli anni trascorsi evitando gravidanze indesiderate per mezzo dei metodi anticoncezionali, e quindi al conseguente aumento dell’età materna.

Loading...
Hai trovato utile questo articolo?
VOTA
Piace a 1 persona.

Commenti

commenti