Essere Mamma

Smagliature: come le cancello?

Foto del Profilo
di Michela Gregoris il
Commenti (0)

Alcune di voi le conoscevano già da prima, altre devono fare i conti con loro da quando hanno partorito: stiamo parlando di quegli antipatici segni sulla pelle, meglio conosciute come smagliature.
Molte donne, per lo più attente e consapevoli degli effetti a cui il nostro corpo può andare incontro a seguito del parto o di un dimagrimento repentino, conoscono bene una verità: non ci sono miracoli che facciano sparire questo fastidioso inestetismo.
Che siano localizzate su pancia, fianchi o glutei, le smagliature sono delle vere e proprie cicatrici a livello del derma, la parte più profonda della pelle, le cui fibre, se sottoposte a forte tensione si possono rompere e formare le tipiche striature.
È vero che in gravidanza, momento in cui lo stress a cui la nostra pelle è sottoposta è maggiore, questo effetto collaterale può essere prevenuto, mantenendo la pelle idratata con apposite creme e gel (le più consigliate sono quelle al burro di karitè e all’olio di mandorle biologico), in modo da aumentarne l’elasticità e la forza, bevendo molto per idratare anche dall’interno e mantenendo sotto controllo l’aumento del peso, che non deve essere eccessivo. Naturalmente anche l’attività fisica può aiutare a prevenire questo inestetismo, a favore di tonicità ed elasticità di tutto il corpo, così come il consumo di molta frutta e verdura, che aiuta a migliorare l’elasticità della pelle.

Ma se ormai il danno è fatto, sarà necessario intervenire con trattamenti più forti e risolutivi. Qui le creme cosmetiche possono essere efficaci, ma devono essere specifiche. Va fatta attenzione però anche al momento in cui si agisce: la smagliatura in un primo momento è rossastra, ed è qui che si dovrebbe intervenire, mentre con il tempo essa muta colore diventando più chiara; trattandosi di una vera e propria cicatrice della pelle, diventa più difficile sbarazzarsene.
In questo caso potrete rivolgervi al vostro centro estetico di fiducia, dove alcuni trattamenti possono rivelarsi molto fruttuosi: massaggi con olii stimolanti per la pelle, applicazioni di fango termale, massaggi (eseguiti da persone esperte, naturalmente!). Utile, a quanto pare, anche l’ossigenoterapia, che consiste nell’applicazione di ossigeno puro nella zona sottocutanea.
Se però questi metodi non sono sufficienti e gli inestetismi sono per voi particolarmente insopportabili, potrete pensare di rivolgervi a un dermatologo e informarvi sulla possibilità di intervenire con il laser frazionato, una terapia non invasiva né dolorosa che può attenuare di molto le smagliature, facendo sparire quelle più piccole. Inoltre, il peeling chimico (che si fa con appositi acidi) aiuta a levigare la cute migliorando l’aspetto delle fastidiose striature.

 

Loading...
Bio
Ultimi Post
Foto del Profilo
Hai trovato utile questo articolo?
VOTA

Commenti

commenti