Bimbo

Si torna a scuola: le “dritte” per risparmiare sul corredo scolastico

Foto del Profilo
di Elisa Di Mattia il
Commenti (0)

Le vacanze estive volgono al termine e, mentre costumi da bagno e teli da mare vengono riposti nell’armadio in attesa della prossima estate, arriva il momento di acquistare tutto ciò che occorre ai nostri figli per la prossima riapertura della scuole.

Zaini, diari, astucci, penne, quaderni e quanto necessario per le attività didattiche: secondo una stima del Codacons, quest’anno le famiglie italiane spenderanno per l’acquisto del corredo scolastico dei propri figli l’1,4% in più rispetto al 2014, con un esborso di circa 500 euro a studente, cui va aggiunto il costo dei libri di testo, variabile in base al grado di istruzione e alla scuola. In totale, per l’anno 2015/2016, le famiglie italiane dovranno sostenere una spesa media di circa 1.100 euro tra libri e corredo scolastico, una vera e propria stangata che andrà ad incidere pesantemente sul budget familiare.

Adottando alcuni accorgimenti, però, è possibile risparmiare notevolmente sulla spesa, arrivando ad abbattere i costi per l’acquisto del materiale scolastico anche del 40%. Se per i libri di testo una soluzione potrebbe essere quella di rivolgersi, ove possibile, all’usato, per il corredo scolastico come zaini, astucci, quaderni ecc… basta armarsi di astuzia e seguire alcune ‘dritte’, come quelle suggerite dal Codacons.

Non inseguite le mode. Se si vuole risparmiare un po’, uno dei primi accorgimenti è quello di non farsi troppo condizionare dalla pubblicità e dalle mode del momento. Acquistando del corredo scolastico non ‘griffato’ ma di identica qualità, si può arrivare a spendere fino al 40% in meno.

Fare acquisti al supermercato. Rispetto alle cartolibrerie, acquistando il corredo scolastico nei supermercati si può arrivare a risparmiare fino al 30%. In questo periodo alcune catene di supermercati vendono i prodotti scolastici addirittura a prezzi stracciati: sono i cosiddetti prodotti “civetta”. Approfittatene.

Rinviate gli acquisti. Non è necessario acquistare subito grandi scorte di quaderni, penne, colori ecc… Potrebbero non essere necessari, rischiando di farci spendere una fortuna inutilmente. Acquistiamo solo l’indispensabile: spesso, aspettando, si risparmia.

Aspettate le indicazioni degli insegnanti. Soprattutto per gli acquisti scolastici più tecnici e specifici, come compassi e dizionari, è meglio attendere le disposizioni degli insegnanti, onde evitare acquisti superflui o sbagliati.

Offerte promozionali. Approfittatene, potrebbero rivelarsi molto convenienti. Confrontate comunque i prezzi e controllate la qualità del prodotto, soprattutto per lo zaino: valutatene la robustezza e la comodità, optando, eventualmente per il più pratico trolley.

Loading...
Bio
Ultimi Post
Foto del Profilo
Hai trovato utile questo articolo?
VOTA

Commenti

commenti