Non rimango incinta

Si può rimanere incinta con l’endometriosi?

Foto del Profilo
di Valeria Notaro il
Commenti (0)

L’endometriosi è considerata una delle cause principali dell’infertilità femminile. Capita che la donna affetta da tale patologia non riesca a rimanere incinta, ma l’endometriosi, se diagnosticata e trattata in modo opportuno, non ostacola in nessun modo il concepimento.

L’endometriosi causa la mutazione delle cellule dell’endometrio, ovvero la parete interna dell’utero; queste cellule iniziano a crescere in modo anomalo e a diffondersi aldilà della cavità uterina , popolando tube di falloppio, ovaie, intestino e causando aderenze e lesioni da endometriali, tanto da impedire il concepimento. I sintomi dell’endometriosi e le sue conseguenze sono: forti dolori mestruali,  un ciclo abbondante, disturbi nel sonno e dolore durante i rapporti sessuali.

A oggi, non vi è ancora una cura all’endometriosi, tuttavia la ricerca procede senza sosta cercando di trovare nuove terapie, studiando il rapporto tra malattia e fertilità, indagando tutte le possibili principali cause dell’endometriosi, che oggi sono ancora sconosciute. Intanto, la domanda ricorrente per tutte le donne affette da tale patologia è solo una: si può rimanere incinta con l’endometriosi?

E’ bene chiarire che una donna affetta da endometriosi non deve abbandonare l’idea di rimanere incinta, poiché grazie alla chirurgia moderna è possibile concepire con l’endometriosi! Certo bisogna valutare e dar estrema importanza ad alcuni fattori che, se possono essere poco rilevanti in condizioni di piena salute della futura mamma, possono influire notevolmente sulle possibilità di rimanere incinta con l’endometriosi. Primo fra tutti, il tempo: è importante non aspettare troppo per avere un figlio; l’età, infatti, in questi casi è un fattore determinante, poiché con il passare del tempo, la malattia progredisce e l’ovulazione diventa sempre più rara. Vi sono dei periodi o  delle circostanze più indicate per tentare il concepimento; vale a dire: durante la fase iniziale della patologia, subito dopo un intervento per debellare un polipo endometriale, dopo un intervento di laparoscopia per eliminare aderenze endometriali.

Recentemente, inoltre, è stata scoperto il collegamento tra endometriosi e celiachia. Secondo diversi studi, le donne affette da celiachia hanno maggiori probabilità di essere affette da endometriosi. Se non si viene sottoposte a una cura adeguata, queste due patologie sommate azzerano quasi totalmente le possibilità di concepimento. Per tenere sotto controllo il progredire dell’endometriosi, è quindi indispensabile una dieta priva di glutine.

A questo proposito, i medici consigliano a tutte le donne con l’endometriosi di sottoporsi al test per la celiachia e a tutte le donne celiache di sottoporsi al test per l’endometriosi, in modo da iniziare subito una terapia adeguata.

Oggi, dunque, è possibile rimanere incinta in modo naturale nonostante si soffra di endometriosi, tuttavia qualora il concepimento naturale non vada a buon fine, si può ricorrere alla fecondazione assistita, il cui successo si aggira intorno al 60%.

 

Loading...
Bio
Ultimi Post
Foto del Profilo
Hai trovato utile questo articolo?
VOTA

Commenti

commenti