Gravidanza

Si possono prendere farmaci anti nausea?

Foto del Profilo
di Valentina Molinero il
Commenti (0)

Tutte le donne e le mamme lo sanno, in gravidanza, specialmente nei primi mesi, è frequente soffrire di nausee mattutine, anche se la definizione è un po’ riduttiva visto che il disturbo può presentarsi in qualsiasi momento del giorno. La nausea mattutina colpisce una percentuale variabile tra il 50 e il 90 per cento delle gestanti ed è il disturbo più comune durante la gravidanza.

come-evitare-nausea-e-vomito-gravidanza_95d1f923e31f5e4c9832f27ae7340403

È più frequente durante il primo trimestre, ma in alcune donne continua per tutta la gravidanza. Di solito non è necessaria alcuna terapia ma alcuni rimedi naturali come gli spuntini distribuiti nell’arco della giornata o le bevande allo zenzero spesso aiutano ad alleviarne i sintomi. Differentemente da quando dicono le nostre nonne, la nausea non è legata al sesso del nascituro e in casi rari è talmente forte da essere classificata come iperemesi gravidica, caso per cui è necessario il ricovero in ospedale e la somministrazione di flebo contenenti liquidi e farmaci.

Le cause ancora oggi non sono chiare ma si pensa che la nausea e il vomito contribuiscano a proteggere il feto. Le ricerche hanno dimostrato che le donne che soffrono di nausea e vomito mettono al mondo figli statisticamente meno affetti da malformazioni e corrono meno rischi di abortire. Come tutte sappiamo, nausea o meno, in gravidanza di solito si consiglia sempre di evitare qualsiasi tipo di farmaco, ma a quanto pare questa regola potrebbe essere rivoluzionata dal metoclopramide.

In genere in Italia è conosciuto con il nome di Plasil prescritto per trattare le nausee, anche quella causate da chemioterapia, ma anche nei casi di  malattie da reflusso gastroesofageo. E’ stato recentemente pubblicato uno studio che ha avuto come oggetto 1.2 milioni di gravidanze avvenute in Danimarca tra 1997 e il 2011. Sono state confrontate le donne che hanno usato questo farmaco e quelle che non lo hanno usato per mettere in evidenza eventuali effetti avversi del farmaco (articolo pubblicato il 16 ottobre 2013  sul Journal of American Medical Association).

I ricercatori hanno confrontato 28.486 neonati esposti alla metoclopramide nel primo trimestre di gravidanza a 113.698 neonati non esposti , e non ha trovato associazioni tra il farmaco anti-nausea e una serie di 20 categorie di malformazioni come: difetti del tubo neurale, trasposizione dei grossi vasi, difetto del setto ventricolare, difetto del setto interatriale, la tetralogia di Fallot, coartazione dell’aorta, labbro leporino, palatoschisi, atresia/ stenosi anorettale  e riduzione degli arti. Ovviamente saranno necessari altri studi e altre ricerche sui farmaci per il trattamento dell’iperemesi gravidica ma nel frattempo possiamo dire che il farmaco sembra innocuo.

Il metoclopramide è il farmaco anti-nausea per eccellenza. Si tratta di un antiemetico, vale a dire inibisce il riflesso del vomito, e gastroprocinetico, stimola e coordina la motilità del tratto superiore dell’apparato digerente. In particolare favorisce lo svuotamento dello stomaco e diminuisce il reflusso dal duodeno nello stomaco e nell’esofago.

Insomma una buona notizia per tutte le donne in attesa, la nausea si può curare con un farmaco anche durante la gravidanza, anche se questo riguarda sempre i mesi seguenti al terzo, visto che in Italia l’uso di metoclopramide nel primo trimestre di gravidanza resta controindicato, a meno che non ci siano casi di particolare gravità e sempre solo se prescritti dal ginecologo. La metoclopramide, infine, è escreta nel latte materno e pertanto se ne dovrebbe evitare l’utilizzo durante l’allattamento al seno. Insomma, in poche parole, la metoclopramina non fa male, non è associata a un aumento di rischio di malformazioni congenite né di aborto spontaneo, ma, se è possibile, è sempre meglio evitarla durante i primi mesi, se poi la nausea è molto forte oppure continua anche dopo il 3 mese, i medici danno il via libero all’utilizzo sempre sotto prescrizione.

Bio
Ultimi Post
Foto del Profilo
Hai trovato utile questo articolo?
VOTA

Commenti

commenti