Bimbo

Scuola: come appassionare i bambini allo studio?

Foto del Profilo
di Elisa Di Mattia il
Commenti (0)

Riuscire ad appassionare i bambini alla scuola, cercando di far apparire lo studio e più in generale l’istruzione non come una forzatura ma come un’importante opportunità per il futuro, non è una missione semplice.

Tranne qualche raro caso, la maggior parte dei bambini preferirebbe trascorrere il proprio tempo a giocare all’aria aperta, piuttosto che fare i compiti chiusi in casa. Come fare allora per coinvolgere i bambini allo studio e svegliare in loro l’interesse e la voglia di imparare cose nuove?

E’ fondamentale, innanzitutto, armarsi di tanta pazienza e ritagliarsi almeno un’ora al giorno per seguire i propri figli durante lo studio a casa, cercando di adottare le giuste strategie per trasformare lo sgradito momento dei ‘compiti’ in un’occasione stimolante e perché no, anche divertente.

Ecco allora qualche semplice suggerimento per far appassionare i bambini allo studio, sviluppando in loro la voglia di conoscenza e apprendimento in maniera ludica e piacevole.

Dare il buon esempio – Non bisogna mai dimenticare che i bambini prendono a modello, in primis, proprio i genitori, ed è dunque fondamentale dare il buon esempio dimostrando con i fatti quanto sia importante apprendere e studiare. Leggere insieme un libro, guardare con loro un programma educativo o un documentario alla tv, coinvolgerli nella visita ad un museo, possono rappresentare un buon incentivo per i più piccoli ad imparare e conoscere cose nuove.

Creare stimoli sempre nuovi – I bambini sono attratti dalle novità che generano nuovi stimoli, per cui una soluzione per appassionarli allo studio potrebbe essere proprio quella di individuare ciò che più gli piace coinvolgendoli nella conoscenza di cose sempre nuove, senza forzature o rimproveri. Un’idea potrebbe essere quella di partecipare a mostre didattiche, laboratori creativi e letture ad alta voce in biblioteca.

Giocando si impara – Attraverso il gioco si può trasmettere nei bambini la voglia e l’interesse ad approfondire ciò che non si conosce, stimolandoli a cercare risposte e tenendo attiva la loro mente. Una buona abitudine, ad esempio, è quella di cercare il significato delle parole sconosciute sul dizionario e consultare le enciclopedie. Anche azioni banali come andare a fare la spesa e calcolare insieme i prezzi, può rappresentare un’occasione di stimolo alla conoscenza della matematica.

La giusta strategia per ogni materia – Le materie scolastiche possono diventare anche divertenti e interessanti se si approcciano con uno spirito di svago e senza forzature. Munirsi di un mappamondo per i compiti di geografia può rendere lo studio più stimolante, così come raccontare con entusiasmo gli avvenimenti contenuti nel libro di storia come fossero favole permetterà ai bambini di apprendere i fatti storici più facilmente e con maggior piacere, senza la necessità di doverli impararli a memoria per ricordarli.

Ambiente di studio confortevole – Il luogo dedicato allo studio è importante: deve essere ordinato, silenzioso e confortevole, evitando la presenza di distrazioni che potrebbero compromettere la concentrazione e allungare ulteriormente il tempo necessario per terminare i compiti scolastici.

Loading...
Bio
Ultimi Post
Foto del Profilo
Hai trovato utile questo articolo?
VOTA

Commenti

commenti