Salute

Salute bambino: Il bruxismo

Foto del Profilo
di Emanuel Bongiovanni il
Commenti (0)

Bruxismo, ovvero il digrignamento involontario dei denti che si verifica soprattutto durante il sonno. Colpisce sia gli adulti, che i bambini al di sotto dei sei anni, rientra nella categoria dei disturbi del movimento nel sonno.

Ne è affetto il 9 percento della popolazione, senza distinzione di sesso. Il bruxismo si verifica per motivi fisici , quando le arcate dentarie non combaciano in maniera corretta, ma anche per semplici raffredori, otiti e laringiti, o per fenomeni di tipo psicologico come l’ansia, la depressione o l’ipertensione, senza dimenticare predisposizioni familiari.

Il bruxismo si verifica durante il sonno, quando non si controllano in maniera cosciente i movimenti del corpo, normalmente non viene avvertito dal bambino che lo produce, ma il rumore causato dallo sfregamento può essere molto forte e intenso. Per questo vengono identificati due tipi di bruxismo: rumoroso o silenzioso. Il primo è il fenomeno dei denti che digrignano, il secondo invece provoca nel bambino indolenzimento delle due arcate dentarie e spesso mal di testa, senza dimenticare danni all’apparato dentario, come logoramento dello smalto e abrasioni.

Appena ci si accorge che il bambino presenta questa problematica, è importante segnalarla al pediatra e fissare una visita dentistica. Se il fenomeno è di origine fisica, per evitare gli effetti dello sfregamento al bambino verrà applicato un byte notturno. In questo caso con la crescita il fenomeno tende a sparire. Se il bruxismo ha origini psicologiche (come spesso accade), i genitori devono per prima cosa rassicurare il bambino, controllare la frequenza del fenomeno e mettere in condizione il piccolo di scaricare l’ansia, stimolandolo a giochi e attività sportive divertenti e piacevoli. Il fenomeno quindi può essere considerato una sorta di campanello di allarme, una richiesta d’aiuto del bambino: che sia la gelosia per il nuovo fratellino, o l’assenza di uno dei genitori. Man mano che il bambino riuscirà a controllare o superare la sua ansia inespressa, il fastidioso digrignamento tenderà progressivamente a scemare fino alla sua scomparsa. Allora sì, che saranno sogni d’oro.

Loading...
Hai trovato utile questo articolo?
VOTA

Commenti

commenti