Bimbo

Ricomincia la scuola ed arriva la teoria “gender”: bufala o realtà?

Foto del Profilo
di Stefania Roin il
Commenti (0)

Si inizierà il 7 settembre in Trentino Alto Adige, poi il 14 settembre in Abruzzo, Basilicata, Campania, Calabria, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Liguria, Marche, Piemonte, Sardegna, Sicilia, Umbria e Valle d’Aosta.
Dovranno invece aspettare il 15 settembre gli scolari laziali ed il 16 quelli pugliesi e veneti: un piccolo ( grande) esercito di alunni pieni di speranze, curiosità e….di ansie ( piccole si spera!)….per non parlare poi delle apprensioni dei loro genitori.
Quest’anno ad accompagnare gli studenti nell’inizio del nuovo anno scolastico oltre a zaini griffati ed astucci di Frozen o dei Gormiti anche la famosa legge da tutti conosciuta con il nome di “La Buona scuola”.
Ma che cosa è ” La buona scuola”?
Ai pochi cui sia sfuggita la “pubblicità mediatica” ( talvolte positiva e più spesso estremamente critica) data al provvedimento va detto che per “La buona scuola” si intende la legge ( numero 107) di riforma del sistema nazionale di istruzione e formazione approvata dal Parlamento italiano il 13 luglio 2015.
In parole più semplici si tratta dell ‘insieme di norme con cui è stato ridisegnata la scuola italiana promettendo meno precariato tra gli insegnanti, più fondi e più risorse umane, offerta formativa più ricca con più musica ed arte, più lingue, maggiori competenze digitali e pure nozioni di economia.
Se le promesse del provvedimento 107/2015 verranno mantenute…non è dato sapere…ciò che però è noto a tutti gli addetti ai lavori, insegnanti, genitori ed allievi è il trambusto mediatico innescato da una possibile introduzione nella Buona Scuola della cosiddetta “teoria gender”.
In rete e non solo, in questi ultimi mesi girano messaggi allarmanti riguardanti la presunta volontà da parte del Parlamento di introdurre attraverso il comma 16 dell’articolo 1 la teoria di genere e che invitatano a firmare presso i comuni per la sua abrogazione.
Come mamma non ho potuto evitare di preoccuparmi e di drizzare le antenne!
Non mi restava che provare a capire se i tanti messaggi terrorizzanti che parlavano di bambini invitati a a denudarsi ed a vestirsi da femminucce o a truccarsi da donna proprio in nome della teoria gender fossero fondati o meno.
Tante le domande: cosa è questa vituperata teoria? Quale la sua correlazione con il comma 16 dell’art 1 Legge della Buona Scuola?
Inizio a documentarmi e mi tranquillizzo immediatamente perchè scopro che la teoria del gender non esiste!!
Nessuna teorizzazione seria, nessuno studio accademico in merito….solo definizioni propagandistiche usate da (taluni) cattolici conservatori per giustificare posizioni sessiste e omofobe.
Insomma la cosiddetta “teoria del gender” volta a negare l’esistenza delle differenze sessuali, sostenendo che maschio e femmina altro non sarebbero se non “costruzioni sociali” non può terrorizzare nessun perchè non è una vera teoria ma solo una trovata propagandistica.
Quanto poi alla legge, metto per un attimo da parte il mio essere mamma e ritorno avvocato nell’intento di essere obiettiva: basta una lettura attenta del comma 16 per capire che di allarmante non c’è nulla; la norma infatti si propone di assicurare la «pari opportunità», promuovendo «nelle scuole di ogni ordine e grado l’educazione alla parità tra i sessi, la prevenzione della violenza di genere e di tutte le discriminazioni».
Il richiamo alla teoria “gender”, qualunque cosa essa sia, non c’è: se è vero che le leggi italiane sono note per le loro molteplici interpretazioni è altrettanto noto come “nell’applicare la legge non si possa ad essa attribuire altro senso che quello fatto palese dal significato proprio delle parole secondo la connessione di esse, e dalla intenzione del legislatore.
In conclusione, a mio parere, la Teoria dei Gender non è che una grandissima bufala mediatica alimentata da una semplicistica disinformazione e dalla “paura del diverso” e strumentalizzata ad hoc per riuscire ad abrogare non il solo comma 16, (in) colpevole di infettare con il “virus gender” la legge della “Buona Scuola”ma l’intera riforma scolastica!

Loading...
Bio
Ultimi Post
Foto del Profilo
Hai trovato utile questo articolo?
VOTA

Commenti

commenti