Salute

Quando il bambino si rifiuta di fare la cacca: che fare?

Foto del Profilo
di Maris Matteucci il
Commenti (0)

Molto spesso i bambini, specialmente quelli piccoli, manifestano il rifiuto di fare la cacca generando non poca preoccupazione nelle mamme che non sanno come comportarsi. I motivi che possono portare un bambino a rifiutare l’idea di evacuare- sia nel pannolino che nel vasino – possono essere moltissimi.

Molto spesso il bambino preferisce trattenersi per non interrompere il gioco, altre volte ha proprio difficoltà a evacuare e si trattiene per non doversi sforzare. Qualsiasi sia il motivo, però, occorre affrontarlo con calma anche perché altrimenti il risultato finale sarà che il piccolo percepirà il vostro nervosismo in merito e accentuerà ancora di più il suo rifiuto. Dunque, quando il bambino si rifiuta di fare la cacca: che fare?

Intanto è fondamentale, in queste situazioni, non mettere pressione al bambino: non chiedergli ogni cinque minuti se deve andare in bagno e nemmeno forzarlo a estenuanti sedute sul vasino che faranno solo innervosire il piccolo, facendo vivere al bambino il momento per fare la cacca come un momento drammatico. Certamente, però, occorre cercare tutti i modi per facilitare l’evacuazione a partire, per esempio, dall’alimentazione del bambino che molto spesso può essere determinante nel combattere episodi di stitichezza nei bambini più o meno frequenti.

Provate a dare al piccolo bevande calde come camomilla o latte oppure fategli bere succhi di frutta alla pera o alla prugna (quest’ultima è particolarmente indicata per combattere la stitichezza). E ancora, fate bere al vostro bimbo molta acqua e arricchite la sua alimentazione di frutta che generalmente contribuisce a migliorare la regolarità intestinale.

Cercate di intrattenere e giocare col bambino sul vasino, facendo in modo che il momento della cacca sia di gioco e divertimento e non un momento da evitare a tutti i costi.  A volte il rifiuto del bambino di fare la cacca nel vasino si manifesta nel momento di abbandono del pannolino; è solo un momento di transazione che con un po’ di pazienza passerà in fretta; se la situazione non migliora fate ovviamente presente il problema al vostro pediatra di fiducia. Il parere di un esperto, in questi casi, non fa mai male e potrà aiutarvi nell’affrontare una situazione che generalmente in un genitore crea sempre una certa ansia.

Loading...
Bio
Ultimi Post
Foto del Profilo
Hai trovato utile questo articolo?
VOTA

Commenti

commenti