Salute

Quando far fare il bagno a mare ai bambini?

Foto del Profilo
di Chantal De Honestis il
Commenti (0)

Tutti pronti per le vacanze in famiglia, per le giornate in spiaggia, per i castelli di sabbia e i giochi in acqua… ma quando far fare il bagno a mare ai bambini? Quante volte avete assistito a scene di mamme che urlano ai propri figli in spiaggia di restare sul bagnasciuga e  continuano a dire ai bambini di non entrare in acqua a fare il bagno perché non sono trascorse ancora 2/3/4 ore dalla colazione o pranzo?

Ma quanto di tutto questo è vero?Davvero è necessario aspettare ore prima di tuffarsi in mare dopo aver mangiato? E quanto bisogna aspettare dopo un pasto per fare il bagno?

Dunque, non che fare il bagno a mare durante la digestione causi matematicamente una congestione digestiva e quindi uno shock termico che porta alla morte, ma è comunque bene porre piccole attenzioni. E’ vero, infatti, che uno sbalzo di temperatura brusco nella fase della digestione potrebbe dare problemi più o meno gravi (si va da dolori addominali e vomito fino all’arresto cardiaco, nei casi estremi, o alla perdita di coscienza, fatale quando si è in acque profonde al mare).

A tal proposito, bisogna precisare che lo shock termico si verifica solamente quando lo sbalzo di temperatura è rapido, come avviene quando ci si tuffa direttamente in acqua; una immersione più lenta e progressiva è molto meno pericolosa.

I tempi di attesa dipendono fondamentalmente da cosa e da quanto si è mangiato e dalla temperatura esterna rispetto a quella dell’acqua. Ogni cibo richiede un tempo specifico per essere digerito; diciamo che in media due ore sono un tempo corretto in caso di pranzo a base di grassi, un’ora e mezza è invece il tempo necessario per digerire carboidrati e proteine; minori sono i tempi per frutta e verdura.

Ricordiamo che il processo digestivo comincia sin dal primo boccone; questa precisazione è utile sia per calcolare l’ora in cui possiamo lasciar liberi i nostri bambini di entrare in acqua, sia per sfatare il mito che un tuffo subito dopo mangiato è innocuo. Falso, perché la digestione è già in piena attività.

Ricordiamoci, però, che abbiamo a che fare con bambini e che i casi di malore per congestione avvengono per veri e propri bagni e nuotate: non è necessario tenere sotto l’ombrellone i nostri piccoli, possono serenamente giocare con l’acqua, l’importante è che non si immergano e non vadano a largo.

 

 

Loading...
Hai trovato utile questo articolo?
VOTA

Commenti

commenti