Parto

Prepararsi al parto col Mental Coaching

Foto del Profilo
di Francesca Rolle il
Commenti (0)

Il parto si avvicina e l’ansia cresce. La paura del parto e anche la paura di come le cose cambieranno dopo, assale molte donne a poche settimane dal parto ma i modi per tenere la situazione sotto controllo sono molti e, tra questi, il Mental Coaching è una bella novità.

Cosa non è il mental coach

Il mental coach è una figura che sta prendendo piede negli ultimi anni e, per la sua relativa novità, viene spesso confusa con altre professioni. Il mental coach non è uno psicologo perchè lavora non sulla persona e sulla sua storia ma su un obiettivo da raggiungere in un particolare momento della vita di una persona.
Il mental coach non è un allenatore o un personal trainer in quanto si occupa del raggiungimento di obiettivi di diversa natura e non solo sportiva o fisica.

Cosa è il mental cosch

Il mental coach è, invece, una persona che aiuta a motivare e a pianificare il raggiungimento di un obiettivo che può essere sportivo, personale, lavorativo o famigliare. Con questo intento, il mental coach allena al pensiero positivo e all’autostima che sono alla base di qualsiasi successo.

Come può aiutare una futura mamma

Alla fine della gravidanza, la stanchezza, la preoccupazione e la paura possono far vedere tutto nero, il che, di sicuro, non fa che peggiorare la situazione, soprattutto con l’approssimarsi del parto e degli imminenti cambiamenti nella vita personale e famigliare. Credere in se stesse, darsi degli obiettivi raggiungibili ed essere ottimiste avrà delle sicure, positive ripercussioni sugli esiti del parto e del puerperio.

Loading...
Bio
Ultimi Post
Foto del Profilo
si parla di
Hai trovato utile questo articolo?
VOTA

Commenti

commenti