Famiglia e Tempo libero

Più equilibrio con il tai chi

Foto del Profilo
di Daniela Bottarelli il
Commenti (0)

Uno studio dell’Università di Nashville che ha coinvolto 22.000 cinesi ed è durato 5 anni, ha scoperto che la pratica del Tai chi chuan sviluppa equilibrio posturale, coordinazione e scioltezza, allenando cuore e polmoni.
Il nome di questa tecnica significa letteralmente “ indirizzare l’energia nel pugno”.: è un’arte marziale che sembra una danza, un insieme di gesti codificati chiamati “forme” che migliorano le potenzialità del QI , il flusso vitale.
Nasce almeno 3000 anni fa, creata da un monaco eremita ispirato dal combattimento tra un serpente ed una gru: per questo mixa i movimenti agili di un uccello a quelli flessuosi di un rettile.
I gesti sono lenti e controllati ed uniscono tecniche di difesa e di attacco ad esercizi per risvegliare l’energia.
Queste sequenze rilassano il corpo sciogliendo tensioni e contratture.
É anche chiamata la boxe delle ombre perché combina posizioni che simulano una lotta con un ipotetico avversario senza però mai sovraccaricare muscoli ed articolazioni.
Il Tai chi chuan richiede grande concentrazione per sviluppare il controllo mentale dei movimenti, stimola la capacità di ascolto del corpo, anche in relazione a ciò che ci sta intorno: lo conferma una ricerca pubblicata dalla rivista scientifica Chinese Journal of Gerontology che ha evidenziato l’aumento nel cervello, dopo solo 3 minuti di pratica, delle onde alfa. Sono quelle che stimolano la comunicazione tra lobo destro e lobo sinistro del cervello, migliorando l’elaborazione delle informazioni. Così, diventiamo più analitici e precisi, ma al tempo stesso più creativi.

Loading...
Bio
Ultimi Post
Foto del Profilo
Hai trovato utile questo articolo?
VOTA

Commenti

commenti