Famiglia e Tempo libero

Passare una giornata rilassante con i bambini in una Spa

Foto del Profilo
di Marianna Pilato il
Commenti (0)

La Spa è sicuramente un’ottima meta vacanziera per mamme e papà che hanno bisogno di rilassarsi e rigenerarsi dal tran tran quotidiano che una famiglia comporta, ma può essere anche un luogo divertente dove i bambini possono sperimentare nuove cose, fra bolle e getti d’acqua che di solito adorano. Bisogna però tenere a mente qualche piccola accortezza prima di scegliere la Spa più adatta dove andare con tutta la famiglia: sarebbe preferibile, per esempio, scegliere un centro benessere dotato di acqua termale e non solo di quella potabile, perché il primo tipo è l’ideale per la pelle delicata dei bambini, nonché curativa se essi soffrono di dermatiti, eczemi e psoriasi. Alcune Spa, poi, propongono massaggi specifici per bambini al profumo di cioccolato, frutti di bosco, miele o altre specialità golose: una di queste è situata presso l’Hotel Andreus a San Leonardo in Passiria (BZ), oppure presso il Kinderhotel Oberjoch di Bad Hindelang in Baviera (Germania).

spa-generica

I vostri figli non sono interessati ai massaggi ma starebbero a mollo nell’acqua tutto il giorno? Nessun problema, anche in questo caso esistono delle strutture pensate appositamente per fornire trattamenti in vasche idromassaggio ad hoc. La temperatura dell’acqua ideale dovrebbe essere vicina a quella corporea (sui 32-34 gradi), e sarebbe ancora meglio se la piscina in questione fosse dotata di luci colorate o docce con getti differenziati ed essenze profumate diffuse, aspetti che di solito attraggono molto i più piccoli. A tal proposito si consiglia il Wahaha Paradise Sport & Family Resort in Carinzia (Austria), dotato di parco giochi acquatico nonché di piscina e laghetto naturale.

Ad ogni modo, a prescindere da dove decidiate di andare in vacanza, dovrete ricordare ai bambini di evitare schiamazzi in hotel e assolutamente di non tuffarsi nelle vasche: quelle dei centri benessere, infatti, sono quasi sempre basse e costituite da spigoli e scalini interni. Calcolate che questi luoghi non sono dei villaggi turistici dotati di servizi di animazione e baby-sitter: dovrete essere voi genitori, insomma, a sorvegliare i bambini 24 ore su 24.

 

 

 

 

 

Bio
Ultimi Post
Foto del Profilo
Hai trovato utile questo articolo?
VOTA

Commenti

commenti