Parto

Parto in estate? Dieci importanti cose da sapere

Foto del Profilo
di Francesca Rolle il
Commenti (0)

Il parto può essere molto diverso a seconda della stagione in cui si affronta. Si tratta sempre di un evento molto impattante ed altamente coinvolgente dal punto di vista psicofisico ma che può essere affrontato meglio se si seguono alcuni consigli legati alla stagione in cui è fissata la data presunta del parto.

Cosa c’è da sapere se si partorisce in estate

Il caldo, l’afa, l’umidità e le ferie del personale sono tutte prerogative di un parto estivo che può mettere a dura prova una donna che è già reduce da una gravidanza terminata tra sudore, pressione bassa, spossatezza e caviglie gonfie. Essere preparate su alcuni temi che riguardano il parto estivo può aiutare ad affrontare meglio il tutto. Ecco le dieci importanti considerazioni che bisogna tenere a mente se si partorisce in estate:

  1. In ospedale farà molto caldo ma non è detto che tutte le compagne di stanza siano propense ad aprire la finestra in presenza dei neonati. Considerare, dunque, l’idea di portarsi un blocchetto di ghiaccio istantaneo per rinfrescarsi;
  2. I pigiami da mettere in valigia possono essere rimpiazzati da smanicati molto comodi;
  3. Ai pannoloni consigliati per le lochiazioni post parto, meglio preferire le mutandine a retina alle quali abbinare, poi, degli assorbenti spessi;
  4. Assicurarsi che chi assiste al parto abbia sempre con sè una bottiglia di acqua in modo che ci si possa idratare costantemente;
  5. Durante il parto è meglio non avere pudore e, se si sente la necessità di stare completamente nude, assecondare il proprio istinto;
  6. Il personale medico potrebbe essere ridotto, dunque, tenere, eventualmente a portata di mano il numero di un’ostetrica o di un ginecologo di fiducia che possa chiarire eventuali dubbi;
  7. Anche il personale paramedico potrebbe essere ridotto all’osso, visto il periodo, quindi, meglio organizzare dei turni tra amici e parenti in modo da essere certe che ci sia sempre qualcuno a disposizione, durante gli orari in cui è consentito;
  8. Portare salviette rinfrescanti per il pre ed il post parto. Dopo il parto farsi portare molta frutta da casa perchè i pasti offerti dall’ospedale ne comprendono poca e, spesso, cotta.
  9. Portare il necessario per fare una doccia. In genere i bagni delle camere non includono la doccia ma, chiedendo al personale, sicuramente, si scoprirà che nel reparto esiste un bagno con doccia;
  10. Avere più pazienza con l’avvio dell’allattamento. Il caldo renderà le cose più difficili a mamma e a bambino.
Loading...
Bio
Ultimi Post
Foto del Profilo
Hai trovato utile questo articolo?
VOTA

Commenti

commenti