Dove Partorire

Parto in acqua: le strutture nelle Marche

Foto del Profilo
di Francesca Rolle il
Commenti (0)

Anche al centro Italia, il parto in acqua è una pratica sempre più richiesta. Molta donne, incoraggiate dalle ostetriche, scelgono di partorire con l’aiuto dell’acqua ma, per farlo, occorre scegliere una struttura adeguata a livello di strumentazioni e di personale specializzato. Ecco le strutture a cui rivolgersi se si sceglie il parto in acqua e si abita nelle Marche.

Prepararsi al parto in acqua

Se si sceglie il parto in acqua, è consigliabile prepararsi adeguatamente nei mesi che lo precedono. E’ bene, innanzi tutto, visitare l’ospedale scelto per prendere confidenza con l’attrezzatura a disposizione e con gli ambienti in cui avverrà il travaglio. Un altro consiglio molto utile è quello di frequentare un corso pre-parto appositamente dedicato a chi ha scelto il parto in acqua, in modo tale da evitare di approfondire argomenti che non interessano e concentrarsi, invece, su quelli importanti. Anche i compagni dovranno essere pronti, dal momento che assistere ad un parto in acqua offre, a chi assiste, un ruolo molto più attivo e partecipe rispetto ad un parto tradizionale.

Parto in acqua nelle Marche: le strutture idonee

Per chi abita nelle Marche, non mancano strutture ospedaliere specializzate nel consentire il parto in acqua. Ecco quali sono le più adatte, dislocate sul territorio della regione, provincia per provincia:

  • Ospedale di Senigallia (Via Cellini,1)
  • Ospedale Civile di Fabriano (Via Stelluti Scala, 26 Fabriano, AN)
  • Ospedale Generale Provinciale di Macerata (Via Santa Lucia, 2 Macerata)
  • Presidio Ospedaliero San Salvatore di Pesaro (Piazzale Cinelli, 1 Pesaro)
  • Ospedale Civile Urbino (Viale Comandino, 70 Urbino)
Loading...
Bio
Ultimi Post
Foto del Profilo
Hai trovato utile questo articolo?
VOTA

Commenti

commenti