Non rimango incinta

Ovulazione: perché è importante calcolare i periodi fertili

Foto del Profilo
di Cinzia Caserio il
Commenti (0)

Imparare ad ascoltare il proprio corpo è il primo passo da fare se state cercando di avere un bambino. Esistono delle tecniche per comprendere i meccanismi dell’ovulazione, utili per individuare i giorni fertili e di conseguenza il periodo migliore per rimanere incinte. Il calcolo dei giorni fertili è chiamato anche metodo di Ogino-Knauss e l’operazione, di base, non è complicata.

ovulazione

Una donna con un ciclo regolare di 28 giorni avrà l’ovulazione tra il decimo e il quattordicesimo giorno a partire dal primo giorno delle mestruazioni. Avere rapporti sessuali in questa fase aumenta di gran lunga le possibilità che gli spermatozoi dell’uomo riescano a fecondare un uovo. Se però il vostro ciclo è irregolare – per via di sbalzi ormonali, stress, alimentazione scorretta, e così via – sarà più complicato calcolare con precisione i giorni fertili. Perciò è importante che impariate ad osservare cosa succede al vostro corpo. Ad esempio, un leggero fastidio associato a dolori o gonfiore al basso ventre e secrezioni vaginali può essere sintomo di un’ovulazione in corso.

Le sensazioni fisiche sono un indicatore importante da integrare nel calcolo. Infatti, anche una donna con ciclo regolare può attraversare una fase di stress in grado di compromettere il consueto periodo ovulatorio. Va ricordato che un rapporto sessuale consumato nei giorni immediatamente precedenti all’ovulazione potrebbe dar luogo ad una gravidanza se gli spermatozoi riescono a resistere nell’utero fino all’inizio dell’ovulazione vera e propria. Questi possono vivere per 36-48 ore nel corpo della donna, mentre l’ovulo ha una durata non superiore alle 24 ore. Tutto ciò significa che gli spermatozoi devono essere presenti nelle vicinanze e nel dato momento per fecondare l’uovo.

Il metodo di Ogino-Knauss può rivelarsi utile anche se volete evitare di rimanere incinte, precisando che non esistono giorni sicuri al 100% e quindi non può essere considerato un metodo contraccettivo. In ogni caso, il calcolo dei giorni fertili è importante anche se non state cercando una gravidanza perché insegna a comprendere meglio il funzionamento del vostro corpo.

Hai trovato utile questo articolo?
VOTA

Commenti

commenti