Bimbo

Ovetto: come e quando si usa

Foto del Profilo
di Valeria Notaro il
Commenti (0)

L’ovetto è un tipo di lettino/seggiolino che permette al bambino di viaggiare in posizione sdraiata. Questo lettino, appartiene alla categoria 0+ e consente di trasportare il bambino da 0 a 13 kg, vale a dire da 0 a 15 mesi circa, quindi è omologato per utilizzarlo anche con un neonato, ma è consigliabile attendere qualche settimana, o meglio ancora qualche mese perché l’ovetto ha una curvatura che non è idonea per la schiena del bambino appena nato.

OVETTO

Molte mamme trovano l’ovetto molto comodo, in quanto il bambino si addormenta durante il tragitto e si può senza difficoltà spostare l’ovetto dalla macchina e metterlo sul passeggino (sempre se si possiede il cosiddetto “passeggino trio“).

 Molti fisioterapisti per neonati, però, sconsigliano di utilizzare l’ovetto almeno fino al 5 mese di vita del bambino, perchè il neonato che sta nell’ovetto, tende a chiudersi si se stesso e finché non riesce a tenere la testa dritta (di solito avviene verso il quarto mese di vita), quella posizione non è ideale, in quanto i movimenti degli arti, inferiori e superiori, nell’ovetto sono molto limitati. Nei primi mesi quindi è consigliata la navicella, che può essere meno comoda per le mamme ma è più idonea per i bambini.

Tuttavia si possono tranquillamente fare delle passeggiate, mettendo il bambino nell’ovetto, l’importante è non lasciarlo a lungo; si può mettere il neonato nell’ovetto anche per un breve tragitto in macchina, la schiena del piccolo non ne risentirà.

Mentre per i viaggi più lunghi è preferibile usare la navicella, per far stare il neonato sdraiato. Concludendo se si ha intenzione di acquistare un seggiolino/ovetto è importante considerare innanzitutto la sicurezza del bambino, oltre alla posizione sufficientemente reclinabile o reclinata.

 

 

 

 

 

Bio
Ultimi Post
Foto del Profilo
Hai trovato utile questo articolo?
VOTA

Commenti

commenti