Mamme e Lavoro

Organizzarsi tra essere mamme, mogli, donne di casa e lavoratrici

Foto del Profilo
di Carla Pistone il
Commenti (0)

La nostra cultura chiede alle donne di gestire al meglio tutti questi ruoli. Ma se organizzarsi è possibile, prendersi del tempo per sé è indispensabile.

Accompagnare i bimbi a scuola e correre al lavoro; fare la spesa e passare in lavanderia; preparare la cena e stendere la biancheria. Tutto questo affatica le donne e la fatica non è solo nel fare, ma anche nel pianificare, al punto che alcuni studi hanno segnalato che il venerdì pomeriggio la produttività delle donne lavoratrici si abbassa notevolmente perché istintivamente si concentrano sull’organizzazione del weekend del marito e dei figli, sul pranzo della domenica, sugli acquisti da fare.

Non solo: per le donne, anche fare qualcosa per se stesse vuol dire spesso lottare contro sensi di colpa fortissimi, tanto che a volte si insinua il dubbio che persino il lavoro, portando via del tempo alla famiglia, possa essere causa della sua disgregazione.

Così, nel tentativo di individuare il sistema per rendere più facile la convivenza di vita privata e vita professionale, le donne vanno alla ricerca di lavori e percorsi di carriera che consentano una gestione più flessibile del proprio tempo. Solo allora si ritengono soddisfatte, solo allora si sentono in grado di gestire al meglio tutti i loro ruoli, ma mai senza un’efficace pianificazione degli impegni, dei tempi e delle incombenze di casa e famiglia.

Libri e web brulicano di consigli su come organizzare la vita di queste mamme – funambole: dal tenere sempre con sé un taccuino per appuntarsi le cose, al calendario in cucina su cui scrivere gli impegni quotidiani, fino a riservare l’intero weekend alla pianificazione puntuale della settimana successiva e a tenere le proprie letture in bagno per approfittare di “quei momenti” per rilassarsi un po’!

Si direbbe che mancano ancora almeno due elementi essenziali: il diritto di farsi aiutare e quello a riservare del vero tempo libero per se stesse:

  • Facciamoci aiutare dai nostri compagni: quanto agli impegni familiari gli uomini non si comportano ancora da “controfigure” delle loro compagne, ma se spronati sono ottimi esecutori. Non temiamo di chiedere il loro aiuto.
  • Quando diligentemente organizziamo gli impegni settimanali di tutta la famiglia, facciamo rientrare nella pianificazione anche il tempo per il nostro relax: dalla palestra, all’uscita con le amiche, al tempo per appallottolarsi sul divano a leggere un libro.

Nessun senso di colpa: una donna che si avoca la complicità del compagno e che continua a coltivare le proprie passioni non soltanto vede accrescersi autostima e personalità, ma è senza dubbio anche una mamma, una moglie, una donna di casa e una lavoratrice migliore.

Loading...
Hai trovato utile questo articolo?
VOTA

Commenti

commenti