Famiglia e Tempo libero

Organizzarsi al meglio in vacanza con il bimbo

Foto del Profilo
di Laura Pandolfi il
Commenti (0)

Trascorrere le vacanze con i propri bambini dovrebbe essere un piacere ed un divertimento. Ma questa non è una cosa che accade sempre automaticamente. A volte bisogna lavorarci un po’ su.

Per partire con i migliori presupposti e garantire la riuscita del viaggio quando si va in vacanza con i bambini, è sempre bene pensare in anticipo a ciò che si vorrebbe fare ed alle strategie da attuare in caso di necessità. Questo non significa programmare ogni singola tappa ma dedicare il giusto tempo ai preparativi e alla pianificazione. Ad esempio, se prenoterete un albergo sarà meglio sceglierne uno con un bagno con la vasca rispetto ad uno con la doccia specie se viaggeremo con bambini piccoli. Questo, sia perché il bagnetto fa parte delle loro abitudini  quotidiane, sia perché molti bimbi non amano stare sotto il getto della doccia. L’ideale, sono gli alberghi con piscina, perché i bambini sono pronti a sopportare quasi tutto se sanno che alla fine della giornata potranno tuffarsi in piscina!

Inoltre, a partire da una certa età, i bambini saranno felici di essere coinvolti nei preparativi ed adoreranno dare il loro contributo nell’organizzazione della vacanza.

Salute e sicurezza sono i primi fattori da prendere in considerazione quando si tratta di scegliere la meta di una vacanza con i bambini. L’età dei figli e il budget che si ha a disposizione determineranno il tipo di viaggio che potrete fare. 

Non esiste un’età giusta o sbagliata per viaggiare con i bambini. Il viaggio può essere un piacere con un bebè, sia con un bimbo più grande. I viaggi vanno organizzati tenendo presenti le rispettive capacità ed esigenze. La vacanza riuscita è quella che fa contenti tutti, sia i bimbi che gli adulti, perciò tenete conto anche dei vostri desideri.

Detto ciò, ricordate di lasciare che i bambini sperimentino le cose a modo loro. Loro ricorderanno cose diverse da voi, ma che saranno altrettanto importanti. Perché il viaggio sia un successo è sufficiente che ogni giorno i bambini provino interesse per qualcosa, qualsiasi essa sia.

Loading...
Hai trovato utile questo articolo?
VOTA

Commenti

commenti