Medicina alternativa

Omeopatia: come sconfiggere i fastidiosi fastidi del freddo

Foto del Profilo
di Daniela Bottarelli il
Commenti (0)

Con l’autunno ritornano i fastidiosi disturbi delle prime vie aeree, come tosse, starnuti, febbre, stanchezza. I bollettini d’informazione danno la “colpa” di questi malesseri stagionali a questo o quel virus influenzale. In realtà l’unico vero colpevole è la “scarsa risposta” del nostro sistema immunitario, è lei che permette a virus e batteri di diventare patogeni e di causare danni.
Può sembrare un paradosso, ma spesso sono proprio i microbi ed i batteri ad allenare il nostro sistema immunitario a mantenersi costantemente in uno stato di allerta e quindi, di buona salute. Purtroppo a volte le forze difensive del nostro sistema immunitario soccombono di fronte alla loro forza offensiva: in questo caso il paziente si ammalerà e febbre, bronchiti, sinusiti e fastidiosi malesseri la faranno da padroni. Che fare dunque?. La risposta può essere questa: Omeogriphi. Questo è un nuovo farmaco omeopatico che grazie alla presenza di Echinacea ed altre erbe è in grado di fornirci sin dalle primissime assunzioni, sviluppi positivo per la nostra salute.
É indispensabile nella prevenzione, ma ancor di più nella fase acuta, cioè quando l’influenza inizia ad indurre i primi fastidiosi sintomi, come i brividi, la febbre e malesseri generali.
Nella fase acuta la posologia consigliata è di un tubo dose al giorno per 5-7 giorni, da sciogliere in un bicchiere d’acqua, che verrà poi assunta a piccoli sorsi nella giornata.
Un altro integratore alimentare fisiologico è Colostro Noni che, grazie alla massiccia presenza al suo interno di immunoglobuline, indurrà nel vostro organismo debilitato dai malesseri autunnali una botta di vitale reattività. Ricordate che batteri e virus sono dappertutto, non dobbiamo abbatterli tutti, ma imparare a convivere con essi, rispettandoli, ma anche facendoci rispettare.
Ed in quest’ottica la medicina omeopatica è di grande aiuto, in quanto è l’unica terapia medica in grado di stimolare il sistema immunitario con molecole che avendo la stessa grandezza molecolare di quelle utilizzate fisiologicamente dal nostro organismo, possono essergli di grande aiuto.
La terapia omeopatica non stermina i batteri come farebbe un antibiotico, ma stimola il nostro sistema immunitario a produrre quegli anticorpi che lo renderanno sempre più efficiente nei confronti degli agenti patogeni. L’omeopatia ha la massima efficacia, nessun effetto collaterale, nessuna controindicazione…come una bella giornata di sole autunnale.

Loading...
Bio
Ultimi Post
Foto del Profilo
Hai trovato utile questo articolo?
VOTA

Commenti

commenti