Rimanere Incinta

Occhio al sale! Troppo può compromettere la fertilità

Foto del Profilo
di Elisa Di Mattia il
Commenti (0)

È risaputo che un uso eccessivo di sale nell’alimentazione può avere conseguenze negative sulla salute, causando, ad esempio, ipertensione o problemi cardiaci. Ma non solo: secondo un recente studio statunitense assumere troppo sale potrebbe addirittura provocare ritardi nella pubertà e causare una riduzione della fertilità più avanti negli anni.

A sostenerlo, un gruppo di ricercatori dell’University of Wyoming, che hanno presentato all’European Congress of Endocrinology di Dublino i risultati di uno studio condotto sui topi.

Analizzando gli effetti dell’alimentazione sulle cavie in fase preadolescenziale, gli studiosi hanno notato che i topi nutriti con cibi ricchi di sale, dalle tre a quattro volte in più della dose giornaliera consigliata per gli esseri umani, presentavano disturbi importanti durante il passaggio alla pubertà, con un serio ritardo nello sviluppo. Il consumo eccessivo di sale, inoltre, provocava dei problemi di fertilità piuttosto rilevanti, tanto da rendere nel tempo quei topi sterili.

A sorpresa, lo stesso ritardo nella pubertà è stato riscontrato anche nei topi che non avevano consumato per niente sale: questo, secondo i ricercatori, a dimostrazione del fatto che l’assunzione di sale è comunque necessaria per la pubertà, ma un uso eccessivo può provocare l’effetto contrario, incidendo negativamente sull’attività riproduttiva.

La ricerca inoltre, dimostrerebbe che una dieta ricca di sale, unita ad una ricca di grassi, avrebbe effetti ancora più dannosi per l’apparato riproduttivo, provocando un notevole ritardo nello sviluppo. Studi precedenti avevano infatti dimostrato che un’alimentazione ricca di grassi può accelerare l’inizio della pubertà, ma dai dati della ricerca statunitense emerge che uno stile alimentare eccessivamente ‘salato’ ha effetti maggiori di quello con troppi grassi, provocando esattamente l’effetto contrario.

Risultati che fanno riflettere, soprattutto se si pensa alle abitudini alimentari dei preadolescenti occidentali, che già prima dei 12 anni sono abituati a mangiare cibi molto salati e grassi. Una rieducazione alimentare si rende dunque più che necessaria, dal momento che lo stile alimentare in Occidente potrebbe drasticamente influenzare la salute riproduttiva della popolazione.

Loading...
Bio
Ultimi Post
Foto del Profilo
Hai trovato utile questo articolo?
VOTA

Commenti

commenti