Non rimango incinta

Non rimango incinta è colpa dell’utero retroverso?

Foto del Profilo
di Valeria Notaro il
Commenti (0)

Vuoi avere un bambino ma non riesci a rimanere incinta, da degli esami che hai effettuato, hai scoperto di avere l’utero retroverso, è colpa sua se non hai ancora concepito?

utero-retroverso

Cos’è l’utero retroverso?

Circa il 25% delle donne hanno l’utero retroverso che è solo una caratteristica anatomica, questa caratteristica non ostacola il concepimento e una gravidanza in corso, le possibilità di concepire sono le stesse di qualsiasi altra donna.

Inoltre non ostacola l’andamento della gravidanza, in aggiunta dopo il terzo mese, l’utero tende a raddrizzarsi da solo, in quanto il bambino aumenta di peso, anche durante il parto non ci sono problemi, che può essere effettuato per via vaginale.

L’utero invece di essere poggiato sulla vescica in avanti, poggia sul retro.  Ad accorgersene è naturalmente il ginecologo, durante una visita o un’ecografia pelvica.

E cosa succede dopo il parto?

Dopo aver partorito, l’utero riprende la sua dimensione normale e ritorna a essere retroverso, si raddrizzerà una volta che la donna rimane di nuovo incinta.

Per concludere non ci sono assolutamente problemi se si ha l’utero retroverso, infatti solo una minoranza di donne che hanno l’utero retroverso, affermano di sentire fastidio soprattutto se assumono qualche posizione particolare, durante i rapporti sessuali, tuttavia non vi è alcun problema di salute.

 

 

Bio
Ultimi Post
Foto del Profilo
Hai trovato utile questo articolo?
VOTA

Commenti

commenti