Parto

Nascere in casa si può! Un convegno per promuovere il parto in casa

Foto del Profilo
di Francesca Rolle il
Commenti (0)

La Lombardia è stata la prima ragione a sancire il diritto di scelta in materia di nascita, divenendo promotrice del parto in casa. Ecco perchè l’Associazione Ostetriche Parto a Domicilio e Casa Maternità ha scelto Milano come location per il convegno: Nascere in Casa si Può!”

Le tematiche affrontate durante il convegno

Il convegno ha avuto luogo il 29 ottobre ed è nato con l’intento di richiamare l’attenzione, sia del pubblico femminile che degli specialisti, sul parto come evento intimo e personale sulle modalità del  quale la donna deve avere il diritto di scegliere in tutta sicurezza e libertà. Sono intervenute, come relatrici, soprattutto ostetriche ma anche diverse figure professionali che seguono le donne nel peri parto, toccando argomenti come la sicurezza e la legalità del parto in casa,il legame tra donna e ostetrica, la figura del papà, il neonato e la gestione delle emergenze.

Oltre ad auspicare che il Servizio Sanitario Nazionale faccia di più per supportare le donne che decidono di partorire in casa, il convegno è stato un’occasione per descrivere la natura e le attività svolte dalle case maternità già presenti in Lombardia.

Il Progetto Nascere in Casa

Ogni anno, in Italia, nascono in casa 150.000 bambini. Per offrire alle mamme che fanno questa scelta, tutti i servizi e la cura di cui necessitano, l’Associazione Ostetriche Parto a Domicilio e Casa Maternità ha pensato al Progetto Nascere in Casa, di cui il convegno appena svoltosi a Milano fa parte.

Sul sito dell’Associazione è possibile raccogliere tutte le informazioni per decidere se partorire in casa e conoscere tutti i servizi a cui si ha diritto e conoscere gli enti a cui rivolgersi, oltre a poter disporre di un utile data base di ostetriche.

Loading...
Bio
Ultimi Post
Foto del Profilo
Hai trovato utile questo articolo?
VOTA

Commenti

commenti