Rimanere Incinta

My Fertility, la nuova app che aiuta ad “acchiappare” la cicogna

Foto del Profilo
di Elisa Di Mattia il
Commenti (0)

Non è un semplice calcolatore dei giorni fertili.

My Fertility è un’applicazione ‘intelligente’ in grado di valutare gli esami preconcezionali e analizzare il livello di fertilità della coppia, suggerendo i giorni migliori per il concepimento e velocizzando così i tempi per la ricerca di una gravidanza.

My Fertility, la nuova app che aiuta ad “acchiappare” la cicogna, è la prima applicazione al mondo in grado di indicare se un ciclo è ovulatorio, favorendo un’interpretazione immediata degli accertamenti eseguiti dalle coppie in cerca di un bebè, come analisi del liquido seminale, dosaggi ormonali e valutazione del muco cervicale.

Grazie ad un algoritmo basato su dati scientifici, My Fertility consente alle coppie desiderose di avere un bambino di individuare i giorni in cui è più facile concepire, oltre alla possibilità di avere una prima diagnosi in caso di infertilità con il suggerimento dei protocolli più indicati da intraprendere.

L’applicazione, sviluppata con la consulenza scientifica dell’ostetrico e ginecologo Giovanni Alaimo, professore esperto in infertilità, ha dunque l’obiettivo di prendere per mano la coppia e aiutarla nella ricerca di una gravidanza, attraverso uno strumento sempre disponibile e a portata di mano: basta inserire i dati richiesti e in pochi istanti è possibile avere una ‘consulenza’ personalizzata sullo stato di fertilità della coppia, il tutto reso ancora più semplice da una grafica intuitiva e di facile utilizzo.

My Fertility – disponibile sia per iPhone che per iPad –  è stata sviluppata dalla società palermitana OB Science, già nota per aver ideato applicazioni mobili di successo dedicate a gravidanza e maternità, come iMamma e iObstetrics. Grazie a questa nuova app la società è stata premiata all’Innovation Makers Day, rassegna dedicata all’eccellenza siciliana in campo scientifico e tecnologico.

L’idea di sviluppare un’applicazione in grado di supportare le coppie desiderose di procreare nasce dalle evidenze delle ricerche scientifiche secondo cui, anche dopo un anno di rapporti non protetti, non è sempre facile ottenere una gravidanza.

Stando ai dati dell’American Society for Reproductive Medicine, ogni mese una donna di 30 anni ha una probabilità del 20% di rimanere incinta. A causa anche dello stress questo dato è sceso vertiginosamente, tanto che, secondo le statistiche, ogni 1000 donne di età compresa tra i 15 e i 44 anni si registrerebbero solo 63 nascite. Secondo i dati diffusi dal Centers for Disease Control & Prevention, il 12,5% delle donne statunitensi tra 25 e 44 anni ha seguito un protocollo per aumentare le possibilità di una gravidanza.

In Italia solo una donna su quattro riesce ad ‘acchiappare’ la cicogna al primo tentativo, mentre il 60% ha impiegato tre mesi di rapporti mirati prima di restare incinta.

Loading...
Bio
Ultimi Post
Foto del Profilo
Hai trovato utile questo articolo?
VOTA

Commenti

commenti