Rimanere Incinta

Misurare la temperatura basale per avere un figlio

Foto del Profilo
di Cinzia Caserio il
Commenti (0)

Se desiderate un bambino, la misurazione della temperatura basale potrebbe aiutarvi a individuare i giorni fertili. Ma di cosa si tratta?

temperatura-basale

Questo metodo rileva il calore corporeo al momento del risveglio, quindi prima dell’inizio delle attività giornaliere. La sua efficacia è basata sulla variazione della temperatura nel corso delle fasi del ciclo mestruale, a loro volta determinate dalle diverse concentrazioni di progesterone presenti nel corpo femminile. La misurazione evidenzia il rialzo della temperatura provocato da questo ormone subito dopo l’ovulazione.Lo sbalzo termico solitamente varia di 0,2-0,5 gradi e dura fino a quando non scende il progesterone, cioè fino all’inizio del ciclo mestruale successivo.

Per una migliore efficacia, la temperatura va rilevata ogni mattina alla stessa ora, con continuità, se possibile nei giorni in cui non avete il ciclo. Sarà bene quindi che dormiate almeno tre ore: lo stress, infatti, potrebbe alterare la temperatura corporea. Lo stesso potrebbe accadere se consumate troppi alcolici o fumate. Ma cosa accade di preciso? Per prima cosa, la temperatura scende di qualche decimo di grado appena prima dell’ovulazione. Dopodiché, questa subisce un rialzo che rimane costante per circa tre giorni. Allora significa che l’ovulazione è avvenuta.

Con i dati raccolti potrete anche realizzare un grafico, utile per tenere sotto controllo l’andamento delle diverse fasi del ciclo mestruale. Inoltre, potrete segnare i giorni in cui voi e il vostro partner avete avuto rapporti. Basta aprire un foglio di lavoro su excel e il gioco è fatto. In questo modo sarà più facile stabilire quali sono i giorni fertili, quindi i più indicati per il concepimento. Il consiglio è di utilizzare sempre lo stesso metodo: vaginale, rettale o ascellare è indifferente, ma non auricolare. Meglio se usate un termometro digitale, più preciso nel rilevamento.

Da notare che questo metodo serve a prevedere il periodo fertile nel mese successivo rispetto alla misurazione, dal momento che evidenzia il rialzo della temperatura a ovulazione già avvenuta. In ogni caso, la temperatura basale permette di capire meglio il funzionamento del vostro corpo, preparandovi con serenità alla tanto attesa gravidanza.

Hai trovato utile questo articolo?
VOTA
Piace a 1 persona.

Commenti

commenti