Bimbo

Mio figlio si rifiuta di riordinare i giochi: come farsi ubbidire senza drammi!

Foto del Profilo
di Letizia Cicalese il
Commenti (0)

E’ una situazione piuttosto frequente nelle nostre famiglie: all’asilo nostro figlio è obbediente ed ordinato, rispetta le indicazioni delle maestre, mette in ordine e a casa invece è un piccolo tornado! Non ci ascolta, non riordina i giochi e facciamo fatica a farci obbedire. Ma come fanno le maestre, con tanti bimbi, a mantenere questi equilibri e a dare il giusto input perché essi collaborino all’ordine dei giochi e della stanza?

Semplicemente dando il buon esempio. In diverse scuole materne di ispirazione steineriana oppure montessoriana, vale la stessa regola: i bambini non sono disordinati per natura, vanno solo indirizzati ed educati. Hanno bisogno di punti di riferimento e di una ritualità che li rassicuri, e in questo contesto sicuro e stabile, sarà più facile per loro occuparsi anche del riordino.

Per esempio, deve essere la maestra a dare il via all’attività di sistemazione dei giochi, magari intonando una canzoncina. Saranno i bimbi stessi a capire in maniera naturale che quello è il momento della giornata dedicato al riordino e, senza alcun bisogno di essere richiamati o sgridati, lo faranno come se fosse né più né meno un’attività come tutte le altre. Si sa, i bambini procedono per imitazione e, se è l’adulto di riferimento a dare l’esempio e a mostrargli come fare le cose, piano piano anche il momento in cui i giochi vanno sistemati diventerà una fase di rito della loro giornata.

Questo approccio rende i bimbi più grandi sempre più autonomi e responsabilizzati e li mette in condizione di poter fare da esempio ai più piccini che seguiranno volentieri i gesti dei propri compagni.

Un punto forte di molti asili è proprio il valorizzare le abilità del bambino e di aiutarlo a fare da solo piuttosto che a fare al posto suo o imporgli arbitrariamente un’attività. Ci sono asili dove addirittura, i piccoli spazzano, si vestono da soli e sparecchiano.

Impegniamoci a farlo anche noi a casa, per avere dei figli sempre più responsabili a partire dalle piccole cose. Occorre un piccolo sforzo e la voglia di mettersi insieme a loro a riordinare, ma piano piano, condividendo questi momenti, gli faremo capire che è bello ed importante avere qualcosa di cui avere cura, e saranno fieri – e noi con loro – di avere delle piccole responsabilità.

Loading...
Bio
Ultimi Post
Foto del Profilo
si parla di
Hai trovato utile questo articolo?
VOTA

Commenti

commenti