Educare un figlio

Mio figlio non saluta: è maleducato?

Foto del Profilo
di Michela Gregoris il
Commenti (0)

Alcuni genitori sono preoccupati da questo comportamento che in società può apparire maleducato: perché un bambino, seppur sia in grado di farlo, a volte decide di non salutare? Ecco che cosa dicono gli esperti.

Per prima cosa va detto che la preoccupazione nasce da una divergenza fra le nostre attese di genitori e l’effettivo comportamento del bambino. Mentre noi siamo abituati a salutare una persona quando viene a casa nostra o quando la incontriamo per strada o altrove, un bambino, soprattutto se ancora piccolo, può non aver ancora assimilato questo comportamento sociale.

Se il bambino ha fra i 7 e i 15 mesi circa, allora non ci dobbiamo assolutamente preoccupare che stiamo allevando un figlio  poco educato. La verità è che probabilmente si tratta solo di angoscia dell’estraneo. Anche se fin da più piccolo vostro figlio sorrideva a ogni persona che incontrasse, ora non è detto che si relazioni in questo modo con gli estranei. Il fatto è che crescendo il bambino riconosce le persone che sono a lui più familiari, mentre quelle che vede meno, gli sconosciuti, rappresentano una potenziale fonte di paura. Vi accorgerete, da una osservazione più attenta, che spesso i bambini quando incontrano un estraneo prima di decidere se relazionarsi con lui guardano qual è la reazione di mamma e papà, in cerca di conferma.

È importante dunque tenere conto di questa importante differenza: fra familiari ed estranei, e fra bambini piccoli ancora in fase di “angoscia dell’estraneo” e bambini più grandi.

Ai bambini più grandi, invece, andrà insegnato che quando si incontra una persona è bene salutare: lo farete già soltanto portando ad esempio il vostro comportamento, ma tenete presente che il modo in cui vostro figlio reagirà a chi non conosce dipende molto anche dal suo carattere. Se il bambino è timido e poco espansivo, è bene ricordargli che quando si incontra una persona è educazione salutare, altrimenti l’altro potrebbe rimanerci male. Ma se vedete che il bambino si trova in difficoltà, non forzatelo e non perdete la pazienza, ma mostratevi sempre comprensive e disponibili a capire i suoi problemi. Soprattutto, è importantissimo non riprendere il bambino davanti agli estranei!

Loading...
Bio
Ultimi Post
Foto del Profilo
Hai trovato utile questo articolo?
VOTA

Commenti

commenti