Salute

Mio figlio ha la scoliosi?

Foto del Profilo
di Michela Gregoris il
Commenti (0)

Molto di rado la scoliosi colpisce bambini di età inferiore ai 10 anni, essendo questo un disturbo che tipicamente insorge in età prepuberale. Ma come capire se nostro figlio ne soffre e quali sono le cure?

Il tipo di scoliosi più frequente è quella chiamata scoliosi idiopatica (cioè provocata da cause sconosciute), e si riscontra maggiormente nelle femmine che nei maschi. Si tratta di un disturbo che anche se di origine incerta può però essere ereditaria, perciò se in famiglia esistono già casi di scoliosi, sarà bene tenere sotto controllo la schiena dei vostri figli, in modo da accorgervi al più presto dell’insorgere della patologia.

Più precisamente, con scoliosi si intende una curvatura laterale anomala della colonna vertebrale. Di solito i genitori si accorgono del problema perché notano una o più delle seguenti caratteristiche:

  • una spalla risulta più alta dell’altra
  • una scapola sporge più dell’altra
  • un fianco più dritto rispetto all’altro, che presenta invece una curvatura più evidente

Un altro modo per verificare se davvero può trattarsi di scoliosi, è quello di far piegare il bambino in avanti mantenendo le gambe dritte e verificare se è presente il cosiddetto “gibbo“: si osserva cioè che un lato della schiena è più alto dell’altro. In questo caso, rivolgersi subito al medico è il consiglio più scontato.

Ma anche se vi trovate in dubbio, rivolgetevi a un medico che esaminerà la schiena di vostro figlio, e se sospetta la presenza di scoliosi procederà a esami più approfonditi.

In generale, sono molti i bambini e ragazzi che presentano una lieve curvatura anomala della spina dorsale, che però non rappresenta un problema molto grave e per cui non è necessario intervenire in nessun modo se non tenere sotto controllo l’avanzamento del disturbo. In ogni caso, sarà il medico a suggerire la cura migliore in base all’età e alla gravità della scoliosi.
Le soluzioni in genere variano infatti anche in base all’età del bambino e a quanto si prevede continuerà a crescere.
Se ancora in fase di crescita, il medico consiglierà di tenere sotto controllo l’andamento del disturbo con visite frequenti, in caso di scoliosi lieve, ma se la curvatura è più pronunciata allora potrebbe essere necessario indossare un busto ortopedico.
Soltanto in casi davvero gravi (con una curvatura maggiore di 45 gradi e paziente ancora in fase di crescita) lo specialista potrà consigliare di ricorrere a intervento chirurgico.

Loading...
Bio
Ultimi Post
Foto del Profilo
Hai trovato utile questo articolo?
VOTA

Commenti

commenti