Bimbo

Mio figlio è mancino

Foto del Profilo
di Mara Martini il
Commenti (0)

Già a partire dai 18 – 24 mesi, quando il bambino sviluppa una serie di attività autonome, si può cominciare a notare che tende ad utilizzare con maggior frequenza una mano piuttosto che l’altra nel compiere i piccoli gesti quotidiani, come impugnare le posate per mangiare o afferrare i giocattoli.

bambini-mancini

Se si tratta della sinistra, potrebbe darsi che vostro figlio sia mancino – come altri circa 6 milioni di Italiani –  anche se è solo fra i 4 e i 6 anni di età, con l’acquisizione della capacità di scrivere,  che questa caratteristica si definisce compiutamente; fino a quel momento, infatti, la maturazione neurofisiologica del piccolo è ancora in divenire. 

Prima e dopo questa età, può inoltre succedere – seppur di rado – che un bimbo utilizzi di preferenza la mano sinistra non perché gli sia naturale (si parla in questo caso di falso mancinismo), ma per ragioni diverse: per una propria “scelta”, dettata ad esempio dalla volontà di imitare un fratello maggiore o un amichetto mancino, oppure per la presenza di disturbi motori o ottici che interessano la parte destra del corpo. Soprattutto se si sospetta questa seconda ipotesi, è bene consultare il pediatra il quale potrà prescrivere un esame della motricità o una visita oculistica

Quando, invece, si è in presenza di un mancinismo reale, i genitori non devono intervenire per “correggere”, come si usava fare in passato, quello che si credeva essere un difetto o un’abitudine errata. La “preferenza” ad usare braccio e gamba sinistri per: scrivere, disegnare, mangiare, correre, saltare, maneggiare oggetti e utensili  dipende semplicemente da  una prevalenza dell’emisfero destro del cervello – che controlla appunto il lato sinistro del corpo –  rispetto a quello sinistro. Si tratta di un carattere congenito minoritario (ma neppure poi tanto, se pensiamo che si riscontra statisticamente nel 10%-15% della popolazione), poiché la maggioranza delle persone tende ad avere più sviluppato il lato sinistro dell’organo cerebrale, dove hanno sede i centri del linguaggio e la razionalità in genere. L’emisfero destro ospita invece le funzioni legate a: emozioni, intuito e creatività. 

L’unico aspetto negativo può essere rappresentato dal fatto che molti strumenti (come forbici e temperamatite) e macchinari sono progettati da sempre per un mondo di destrimani, e risultano quindi meno facili da impugnare per coloro che impiegano maggiormente la mano sinistra. Tuttavia, si tratta di ostacoli superabili, specie ora che cominciano a diffondersi sul mercato anche le versioni “sinistre” di  molti utensili di uso quotidiano e appositi corredi scolastici pensati per i piccoli allievi mancini. In ogni caso, è preferibile per un bambino mancino compiere un piccolo sforzo di adattamento ad un temperino per destri piuttosto che essere forzato a diventare destrorso!

Il tentativo di indurre il piccolo mancino ad utilizzare la mano che gli è meno congeniale, oltre ad interferire con il rapido e corretto apprendimento della scrittura, rischierebbe infatti di ingenerare nel bambino un complesso di ansie e insicurezze del tutto nocive per uno sviluppo psichico armonioso, soprattutto in una fase delicata della crescita come quella che coincide con l’inizio della scuola. Fortunatamente, sono passati i tempi in cui i maestri (e perfino i pediatri) ritenevano di dover “destrizzare” i bambini mancini, mossi da teorie obsolete, pregiudizi o superstiziose credenze! Al contrario, c’è adesso chi sostiene che le persone sinistrorse sarebbero dotate di maggiore intelligenza e capacità artistiche. In effetti – a parte l’intelligenza, che è un concetto piuttosto vago e difficile da definire – stando a quanto si conosce ora del cervello umano, pare ormai accertato che nei mancini sono molto accentuati gli aspetti intuitivi e creativi del pensiero, e spesso è presente una personalità particolarmente sensibile: elementi che ben predispongono all’esercizio delle arti e della poesia.

Infine, volendo ricordare qualche mancino “storico”, come tacere il genio assoluto di Leonardo Da Vinci?!… 

 

Bio
Ultimi Post
Foto del Profilo
Hai trovato utile questo articolo?
VOTA

Commenti

commenti