Gravidanza

Mare o montagna: dove vado se ho il pancione?

Foto del Profilo
di Stefania Roin il
Commenti (0)

É tempo di vacanza, stop al lavoro e via libera al riposo e allo svago.

Chi andrà in crociera, chi passerà le giornate girovagando per città d’arte, chi si stenderà al sole e chi arrampicherà ad alta quota e voi?

Voi future mamme dove passerere le vostre vacanze?Non starete mica pensando di rimanere a casa a causa del vostro pancino o pancione?

Come mi disse il mio ginecologo quando, incinta della prima figlia, gli chiesi il nulla osta per prendere l’aereo la prima cosa da valutare in vista di eventuali partenze è lo stato di salute!

La vostra gravidanza è fisiologica? Non avete diabete, pressione alta o altri disturbi?Allora potete andare ovunque, pur con le cautele suggerite dal buonsenso.

Se siete tra le elette cui la gravidanza nei primi mesi ha portato solo una pelle fulgida ed un bel seno pieno allora partite partite partite….certo pure voi evitate le mete troppo esotiche, evitate di fare canoa in ripidi ruscelli di montagna, di fare bungee jumping e magari di scalare il K 2 proprio nei primi 90 giorni di dolce attesa.

Alle più “sfortunelle”che stanno vivendo i primi magici momenti di attesa vomitando ogni due per tre suggerisco di avere un po’ di pazienza.

Se proprio avete voglia di partire optate per luoghi che non vi costringano a troppe ore di macchina e, ovunque scegliate di andare, tenete sempre a portata di mano qualcosa di secco da sgranoccchiare( io mi trovavo benissimo con i creachers di riso) per calmare la nausea.

Vi dicevo di portare pazienza perchè, nel secondo trimestre, nella maggior parte dei casi, i disturbi scompariranno per lasciare il posto a tanta, tantissima energia.

E con tutta questa energia dove andiamo al mare o in montagna?

Mare e gravidanza si sposano benissimo:l’acqua salata è l’ideale per nuotate drenanti e rassodanti, fanno benissimo poi le passeggiate con le gambe immerse fino alla caviglia o al ginocchio. L’acqua marina è alleata della circolazione e aiuta le future mamme contro la cellulite e la ritenzione idrica.

E che dire poi dello iodio?Fa benissimo alle mamme in fieri poichè stimola il metabolismo, aiuta a bruciare grassi e calorie, a tenere il peso sotto controllo.

Se è vero che il mare fa bene è anche vero però che sarà meglio che voi ed il vostro pancione vi godiate acqua e sole nelle ore meno calde della giornata: siate sempre ben idratate(cercate di bere almeno due litri d’acqua al giorno)e usate la una proteziona adatta alla pelle particolarmente sensibile.

Il mare non vi va a genio e siete delle convinte “montanare”?

Pancione montagna vanno d’accordo?

La risposta non è così pacifica: le ricerche effettuate sul tema sono tuttora carenti poichè incrociano i dati di donne che vanno in montagna per vacanza e di donne che, invece, dimorano abitualmente in montagna.

Secondo gli Annali di Medicina d’Urgenza, i problemi arrecati alla gravidanza dall’alta quota (almeno 1500 metri) potrebbero essere molteplici:

ritardo nella crescita del feto;

gestosi;

pressione arteriosa elevata;

gonfiori;

iperbilirubinemia;

frequenza cardiaca del feto alterata.

Molti ginecologi come il dottor Enrico Semprini, sottolineano però come non ci sia bisogno di vietare tassativamente l’alta quota a una donna in gravidanza perchè ciò che conta davvero è la storia clinica della donna incinta nel corso della gestazione.

Insomma care future mamme non ponetevi troppi limit ma chiedete SEMPRE al vostro medico.

Se siete già nel terzo trimestre tranquille perchè anche voi potrete godervi le meritate ferie con le accortezze di cui abbiamo parlato in precedenza.

Un ultimo suggerimento dedicato solo a voi “vacanziere del terzo trimestre”: scegliete una meta che abbia a portata di macchina…. una struttura ospedaliera ben attrezzata….. non si sa mai.. il piccoletto potrebbe decidere di bussare alla vostra porta prima del tempo.

Loading...
Bio
Ultimi Post
Foto del Profilo
Hai trovato utile questo articolo?
VOTA
Piace a 1 persona.

Commenti

commenti