Alimentazione

Mangio o non mangio?

Foto del Profilo
di Stefania Sibilo il
Commenti (0)

Una delle domande fondamentali che noi donne ci poniamo quando dobbiamo pensare alla gravidanza è: ma quanto ingrasserò?

Il problema che ci poniamo in realtà da quando ci svegliamo a quando andiamo a dormire. Dosiamo le nostre calorie con la precisione di un valutatore di diamanti, con il nostro occhialetto a contare i grassi delle pietanze. La domanda importante è però ma quando si cerca una gravidanza, bisogna pensare al peso? Personalmente amo la magrezza, non sono ossessionata dal mio corpo, faccio molto sport e ho una alimentazione sanissima, se sgarro, ne pago le conseguenze con il mio intestino che sembra l’etna in eruzione. Ma quando penso a concepire ho mille dubbi sul mio corpo e sul mio essere vegetariana.

E se questo diminuisce le possibilità di concepimento? E se devo curare l’alimentazione rendendola più varia? E se poi ingrasso? Come vedete anche io ho mille dubbi. I ginecologi affermano che durante la gravidanza bisognerebbe mettere su al massimo nove kg, ma quando le nostre mamme e suocere sanno che siamo incinta automaticamente mettono al nostro posto due piatti seguendo il gesto con la fatidica frase “ora devi mangiare per due”. Ma insomma, prima non mangiavo per uno ora devo farlo per due? No! Anche perché non è un mito che i kg della gravidanza si perdono molto lentamente, soprattutto se si continua a mangiare a doppio come prima! Quindi considerando un peso normale di una donna di 60kg, mettendone su 9, facendo le brave arriviamo a 69kg, con lo stress post parto e l’allattamento torniamo a 61/62kg, non male.

La realtà è però: pesiamo 60 arriviamo a 80 e dopo il parto siamo 75….una tragedia! Quindi come risolvere? Dimagrire prima pensando che così si può partire già avvantaggiate nel caso prendiamo più dei 9 kg, oppure fregarcene e fare palestra una volta che il bambino arriva alle elementari. Ma non credete che sia semplice convivere con i kg di troppo quando si è abituate ad essere magre.

Torniamo al nostro concepire. Non c’è nessuno studio al momento che lega la mancanza di apporto giornaliero di carne e pesce al mancato concepimento. Anzi ci sono degli studi che sottolineano come la dieta vegetariana aiuti a contribuire la sanità anche per il feto, fermo restando che si dia anche il giusto apporto di ferro. Quindi anche se noi mangiamo solo verdura e legumi perché vogliamo perdere peso, questo non ci fa del male per concepire il nostro bambino. Ma, quello che bisogna evitare è la perdita eccessiva di peso nel periodo pre-concepimento. Se diventiamo troppo magre per prendere poi tutto il peso che vogliamo, allora rischiamo di avere dei problemi con il nostro ciclo mestruale che portano anche a problemi nel concepimento. Perciò la moderazione prima di tutto. Quindi, va bene perdere peso nel periodo pre concepimento, non eccessivamente, dobbiamo dosare al meglio il nostro apporto vitaminico in questo periodo, e pensare che questa dieta che seguiamo, se così la vogliamo chiamare, io la considero più che altro alimentazione sana, deve essere seguita anche durante la gravidanza con le accortezze per il bambino e anche dopo il parto. Chiaramente questo discorso si basa sulla mancanza di patologie ed è rivolto alle donne che sono già magre, per chi soffre di disturbi alimentari che portano ad avere un peso eccessivo, le cure durante la gravidanza devono essere maggiori e bisogna seguire al meglio il ginecologo!

Per il resto, mangiate, sano e buona fortuna per il vostro sogno!

Loading...
Bio
Ultimi Post
Foto del Profilo
Hai trovato utile questo articolo?
VOTA

Commenti

commenti