Essere Mamma

«Madri, comunque»: il libro che racconta mamme diverse dai soliti stereotipi

Foto del Profilo
di Michela Gregoris il
Commenti (0)

Mamme felici e sorridenti, per niente stanche, senza dubbi, senza preoccupazioni: questa è l’immagine che il più delle volte viene veicolata dai mass media, ma quanto spesso è lontana dalla realtà? Un libro finalmente racconta una maternità diversa, bella comunque, ma lontana dai soliti stereotipi.

Si intitola Madri, comunque, è stato scritto dalla giornalista Serena Marchi, edito da Fandango. Racconta la storia di tante madri diverse, diverse anche perché non hanno vissuto la maternità nel modo più naturale e semplice. Ma che si tratti di madri adottive o affidatarie, con figli disabili o madri diventate tali grazie all’utero in affitto, mamme single o mamme su sedia a rotelle, o ancora, madri diventate tali grazie alla fecondazione assistita: insomma, si tratta sempre di maternità, la loro, ma queste sono donne e madri con un’esperienza diversa da raccontare.

E non raccontano solo le cose belle: ci sono difficoltà da affrontare, pregiudizi da superare, giorni difficili e difficili da consolare ma anche giorni pieni di gioia e che sanno regalare una soddisfazione unica, quella che solo una madre può sperare e comprendere. Ed è bello che finalmente un libro raccolga la testimonianza di madri diverse dal solito, di donne e, più in generale, famiglie, che si trovano ad affrontare problematiche non comuni, che non sempre si riescono a condividere proprio per il loro carattere di eccezionalità.

Ma si parla anche delle conseguenze psicologiche della maternità: quelle madri, per esempio, che amano i propri figli ma vedono la maternità più come un sacrificio che come un dono, e se tornerebbero indietro non lo rifarebbero. Esperienze e pensieri che non tutte hanno il coraggio di esternare, ma che esistono.

Si tratta quindi di ritratti di donne e madri, diverse fra loro e diverse dalla solita idea di maternità, un libro per certi versi coraggioso che può donare un nuovo punto di vista sulla maternità, un argomento che viene trattato continuamente ma forse di rado sotto quest’ottica non completamente positiva. Ma che può essere un aiuto per quelle mamme che per un motivo o per l’altro potrebbero sentirsi “diverse”, ma che non si devono sentire dei mostri se per loro l’esperienza della maternità è arrivata in modo differente rispetto al solito, o ha portato a risultati non proprio canonici. Un elogio dell’imperfezione, che però non significa mancanza di autenticità, sincerità e, soprattutto, amore.

Loading...
Bio
Ultimi Post
Foto del Profilo
Hai trovato utile questo articolo?
VOTA

Commenti

commenti