Essere Mamma

L’uso della pillola anticoncezionale dopo il parto

Foto del Profilo
di Marianna Pilato il
Commenti (0)

Ci sono mamme che preferiscono avere apposta due figli a distanza di tempo molto ravvicinata per crescerli insieme e farli legare maggiormente fra loro, ma c’è anche chi dopo aver affrontato una gravidanza (magari non facile) preferisce non rimanere subito incinta un’altra volta.

Molte, perciò, cominciano ad assumere la pillola anticoncezionale proprio dopo il parto, alcune per la prima volta in assoluto, altre invece dopo averla sospesa per avere un bambino. La sua assunzione non è da evitare, ma è necessario seguire alcune semplici accortezze soprattutto se la donna soffre abitualmente di qualche disturbo particolare.

Come ha spiegato il professore americano Andrew Kaunit in suo recente intervento, bisogna aspettare che siano passate 3 settimane dal parto prima di prendere la pillola, poiché sarebbe pericoloso ingerire estroprogestinici in questa delicata fase, durante cui i rischi di una possibile tromboembolia venosa sono molto più elevati. Dalla terza settimana in poi, al contrario, possono ricominciare tranquillamente ad assumere il farmaco tutte quelle donne che non hanno nessun problema di salute, mentre dovranno aspettare il termine della sesta settimana coloro che hanno avuto emorragie post parto o sono state sottoposte al taglio cesareo, le affette da preeclampsia o da trombofilia, le fumatrici e le over 35.

Un caso a parte, invece, sono da considerare le mamme che allattano, che dovranno aspettare almeno un mese dopo il parto per una contraccezione di questo genere. Per quelle che non vogliono correre il rischio di una nuova gravidanza, però, possono sempre ricorrere a altri metodi: minipillola, progestinici semplici, impianti, IUD medicato e iniezioni (tutti metodi rientranti nella cosiddetta “contraccezione estroprogestinica”) sono infatti permessi anche durante l’allattamento. Rimanere incinte subito dopo un parto, fra l’altro, non è così improbabile come si possa credere, dal momento che l’ovulazione nelle donne che allattano può avvenire prima di 4 settimane dopo il parto. Se non si desidera subito un altro figlio, quindi, è meglio usare delle precauzioni fin da subito, del resto esistono pure altre soluzioni innocue per la salute della donna come il preservativo. Al contrario, non è possibile utilizzare il diaframma prima di sei settimane dal parto.

 

 

Loading...
Bio
Ultimi Post
Foto del Profilo
Hai trovato utile questo articolo?
VOTA

Commenti

commenti