Famiglia e Tempo libero

Leggere insieme: un’esperienza di crescita che inizia nel pancione

Foto del Profilo
di Daniela Bottarelli il
Commenti (0)

Non è mai troppo presto per incontrare un libro. Già dal quinto mese di gravidanza, se la mamma od il papà cantano o leggono ad alta voce, il bambino li può ascoltare, Se si prende l’abitudine di leggere spesso una particolare filastrocca o di cantare sempre la stessa melodia, ripetendola ogni giorno, il bambino se la ricorderà e, una volta nato potrà trovare conforto in quelle stesse rime o melodie. Per i bambini piccoli poi, il libro è soprattutto relazione, perché viene letto fra le braccia della mamma e per questo motivo si parla di lettura condivisa: esplorando le pagine, iu piccoli sentono il calore e la vicinanza fisica dell’adulto, condividendo con lui sensazioni ed emozioni . Quando sarà un po’ più grande, potrà interagire anche con delle domande. Adulto e bambino insieme costituiscono un percorso unico ed irripetibile che nemmeno l’autore del libro può immaginare. Il primo passo per una buona lettura condivisa è trovare un posto comodo in cui sedersi, col proprio bambino fra le braccia : l’obiettivo è mettersi sullo stesso piano.
Il libro deve piacere sia alla mamma che al bambino: i migliori libri per bambini hanno un contenuto molto familiare o comprensibile, ma allo stesso tempo offrono qualche cosa di nuovo. Per mantenere il giusto equilibrio fra ripetizione e scoperta, è importante alternare la lettura a casa, circondati da libri ai quali si impara a voler bene e la lettura in biblioteca. Inoltre, le illustrazioni che si trovano nei libri tradizionali, di carta, contrastano i ritmi imposti dal digitale, riabituando il bambino alla lentezza, affinché il suo sguardo sappia andare in profondità. É importante dunque, che i genitori instaurino l’abitudine della lettura: in questo modo il bambino comincerà a richiederla ogni giorno, creando un vero e proprio rito, un momento ben preciso, separato dal resto della giornata, dove la fretta è bandita e dove parole e gesti si ripetono per cullare, rassicurare, accompagnarlo alla scoperta del mondo. Si può scegliere insieme a lui un orario ben preciso e si può allestire in casa uno spazio apposito riservato proprio alla lettura, un angolo da personalizzare secondo il gusto e la fantasia di ciascuna famiglia. Per concludere, ecco tre trucchi per creare l’incanto del leggere:
Il vostro piccolo entrerà ancor più nella storia attraverso la vostra voce: quando si sceglie di leggere un libro, bisogna porre attenzione soprattutto alla musicalità della voce.
Bisogna leggere il testo stampato senza modificarlo, soffermandosi a commentare le immagini col proprio bambino.
Non pretendiamo che i nostri bambini stiano fermi ad ascoltarci, è normale che si muovano, lasciamo pure manifestare la loro vitalità.

Loading...
Bio
Ultimi Post
Foto del Profilo
Hai trovato utile questo articolo?
VOTA

Commenti

commenti