Alimentazione

Le voglie in gravidanza

Foto del Profilo
di Giusy Ragni il
Commenti (0)

Le voglie in gravidanza, un fenomeno misterioso  senza fondamento scientifico,  e magica, secolare leggenda che vuole tutte le mamme del mondo e di tutte le epoche soggette alle “voglie” che devono essere immediatamente soddisfatte dai premurosi papà che partono come novelli cavalieri a caccia del cibo richiesto, per scongiurare che il bebè possa nascere con la pelle macchiata dal desiderio insoddisfatto, vuoi che sia cioccolata, caffè, fragole, gelato o patatine fritte, o qualunque altro alimento che la neo-mamma invochi, magari nel cuore della notte.

weight_issues

Ma nonostante sia romantico pensare alle “voglie” della gravidanza in questi termini, dobbiamo renderci conto che nulla di tutto questo è vero; ma una spiegazione c’è,  e molto più plausibile e scientifica:  la prima è di origine ormonale, poiché  grazie alla diversa attività degli ormoni, in gravidanza, si verifica anche un cambiamento nel metabolismo, che rende più alto il bisogno di alcuni nutrienti, ad esempio i carboidrati; la metamorfosi delle richieste da parte dell’organismo si concentra sugli zuccheri e il cervello elabora meccanismi atti a trasmettere le giuste indicazioni per soddisfare i nuovi bisogni.

La seconda ha radici interiori, infatti  il meccanismo delle  “voglie” può scattare anche per una particolare condizione psicologica in cui la “mammina” sente inconsciamente voglia di essere coccolata, assecondata e accudita, e poichè il suo benessere si trasmette anche alla piccola creatura che porta in grembo, ecco che la natura ha provveduto a creare  le “voglie ” che non sono altro che  il mezzo di accentrare l’attenzione su di lei e sul bimbo, in modo del tutto spontaneo e inconsapevole.

Per questo motivo è bene che, nonostante le “voglie” in gravidanza non siano la causa di eventuali macchie sulla pelle del neonato, tutti i desideri dalla mamma in attesa vadano assecondati, nel limite del possibile, per un benessere, non tanto fisico quanto psicologico. La donna in gravidanza vive un periodo delicatissimo di cambiamenti,  sia visibili che non, e i nove mesi sono un insieme di equilibri e necessità che vanno soddisfatte; essere un po’ coccolata aumenterà lo stato di serenità indispensabile per affrontare il momento del parto.

Bio
Ultimi Post
Foto del Profilo
Hai trovato utile questo articolo?
VOTA
Piace a 1 persona.

Commenti

commenti